breaking news

OMICIDIO PRIOLO, 11 LE COLTELLATE SFERRATE A SCARALTA

OMICIDIO PRIOLO, 11 LE COLTELLATE SFERRATE A SCARALTA
Cronaca
0

11 coltellate, alcune delle quali hanno colpito organi vitali, provocandone la morte. E’ il risultato dell’esame necroscopico, eseguito ieri pomeriggio sul corpo di Silvana Scarlata, la 48enne di Priolo uccisa sabato pomeriggio da Corrado Pantano, reo confesso del delitto. Dall’autopsia, eseguita dal medico legale Francesco Coco, presso l’obitorio dell’ospedale Umberto I di Siracusa, è emerso che i fendenti sferrati dall’uomo avrebbero colpito in particolare i polmoni, ma anche il torace e lo stomaco, organi vitali e grossi vasi che hanno causato una copiosa perdita di sangue e la morte per choc emorragico. Sul suo corpo il medico legale ha riscontrato anche alcune ferite superficiali. Quando la donna è stata trasportata al pronto soccorso dell’Umberto I era ancora in vita, ma le sue condizioni erano disperate; è stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico ma non ce l’ha fatta. Dopo l’autopsia, il corpo di Silvana Scarlata è stato restituito ai familiari, che hanno fissato la data dei funerali per domani mattina, alle 10, presso la chiesa dell’Immacolata di Priolo. Emergono intanto nuovi particolari dagli interrogatori condotti dagli inquirenti. Corrado Pantano, avrebbe confermato che non aveva intenzione di uccidere la donna. Il suo reale obiettivo sarebbe stato un altro collega, custode del centro sportivo Polivalente di Priolo e gestore di una paninoteca nei pressi dell’impianto, che insieme a Silvana Scarlata lo avrebbero preso di mira per il suo passato da tossicodipendente e perché sieropositivo. Tensioni e continui dissapori sul luogo di lavoro che sarebbero sfociati nella furia omicida dell’uomo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com