breaking news

ONERI URBANIZZAZIONE, RICORSO AL TAR

ONERI URBANIZZAZIONE, RICORSO AL TAR
Attualità
0

Mancato ritiro delle concessioni edilizie per il 2010 e ricorso al Tar di Catania. Sono le due azioni che gli imprenditori edili di Siracusa intendono mettere in atto in aperta contestazione contro la decisione, ormai una certezza, dell’amministrazione Visentin di aumentare in misura consistente gli oneri di urbanizzazione, portandoli da circa 6 euro al metro cubo (poco più di 3 nelle frazioni di Cassibile e Belvedere) a quasi 27 euro per quello che secondo il comitato Sviluppo Soracusa è diventato il livello più alto in tutta la Sicilia. Dopo la manifestazione di alcuni giorni fa, che non ha sortito alcun effetto, tanto che il consiglio comunale ha approvato la proposta di incremento della tariffa, così come indicava la giunta, gli imprenditori edili cambiano “strategia” e annunciano l’intenzione di non ritirare, almeno per l’anno in corso, nuove concessioni edilizie.Nel corso di una riunione, ieri sera, è statao affrontato anche il caso di un imprenditore che, in procinto di sottoscrivere un accordo per la realizzazione di circa 90 appartamenti a Cassibile, per il rilascio della concessione avrebbe dovuto pagare circa100 mila euro e con i nuovi parametri invece dovrebbe versare più di 700 mila euro. Un investimento che, fanno presente gli edili, difficilmente può essere sostenuto, soprattutto se si tiene in considerazione il difficile momento economico, non soltanto a livello locale. Ma gli imprenditori si muovono anche su un altro fronte e sono pronti a ricorrere al Tar di Catania per chiedere intanto la sospensione della delibera con la quale il Comune concretizza l’aumento degli oneri di urbanizzazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com