breaking news

Palazzolo Acreide| Campanella: Vittoria con dedica a Lumia e Cutrufo

Palazzolo Acreide| Campanella: Vittoria con dedica a Lumia e Cutrufo
Sport
'
0

Il Palazzolo Bs vince la seconda gara in programma contro la Sambenedettese (4 a 3) e si rimette in corsa per il titolo al campionato italiano di beach soccer di serie A, che si sta disputando a Viareggio.

Prestazione eccezionale e penalità della prima gara contro i campioni d’Italia del Catania azzerata. Questa volta si è visto il vero Palazzolo, straordinario, quasi perfetto. Quasi, perché tre reti sono state subite e la Sambenedettese ha sfiorato la vittoria poco prima della rete decisiva gialloverde, ma la squadra di Sirio Silvestri, squalificato (oggi al suo posto Daniele Bosco), ha gettato il proprio cuore davvero oltre l’ostacolo, dimostrando una qualità psicologica superiore a qualunque altra compagine. Con tre punti di penalità e la sconfitta per 9 a 2 della prima giornata, per chiunque sarebbe stato complicato trovare la giusta forza per affrontare un altro colosso storico, la Sambenedettese. Con coach Silvestri e Anderson in tribuna, entrambi squalificati (torneranno nella gara di domattina contro il Due Mari), il Palazzolo ritrova Zagami, assente contro il Catania. Proprio Zagami, insieme ai superlativi Garofalo, Caruso e Missale, trascinerà i suoi verso il successo. La partita inizia già con ritmi alti e, nei primissimi minuti, Caruso da un lato e Del Mestre dall’altro compiono dei prodigi.

Il Palazzolo, però, gioca meglio degli avversari e sfiora il vantaggio per due volte con altrettante meravigliose acrobazie di Perez, entrambe sul fondo di un soffio. E’ il preludio al gol: Mongelli si conquista una punizione e la scaraventa alle spalle di Del Mestre, Palazzolo in vantaggio. La gara perfetta dei ragazzi cari al patron Cutrufo continua senza esclusione di colpi, premiata dal 2-0 di un monumentale Missale. Finisce per 2-0 la prima frazione. Nella ripresa, la Sambenedettese alza i ritmi, ma il Palazzolo risponde a dovere e tiene botta magistralmente. Tuttavia, i marchigiani accorciano le distanze con un gol-non gol di Josep Jr, tra le proteste dei siciliani, convinti che la palla sia uscita dopo aver sbattuto sulla traversa. Contrastata dalla grande prestazione palazzolese, la Sambenedettese si affida ad una prodezza in rovesciata di Moran per pareggiare i conti, mentre Caruso, un minuto dopo, para un “quasi rigore” e salva un punteggio già ingiusto. Nella terza frazione, la caparbietà del Palazzolo viene premiata, con Alisson che mura un tiro di Del Mestre. La palla carambola velocemente dentro la rete, mettendo fuori causa l’estremo difensore avversario e riportando in vantaggio i gialloverdi. La punizione di Moran, però, ristabilisce il pari e ci pensa Missale, con un altro tiro libero a firmare il definitivo sorpasso a meno di un giro d’orologio alla fine del match.

“Dedichiamo il successo al presidente Lumia e al patron Cutrufo, i cui sacrifici sono fondamentali per vivere questa fantastica esperienza – dice capitan Campanella a fine gara – La beffa dello scorso anno, l’ingiusta sconfitta di ieri, la penalizzazione. Erano troppe le motivazioni per non vincere oggi. Ci siamo riusciti con una prestazione maschia e adesso siamo pronti a cominciare il nostro vero campionato. Domani contro Lamezia guai ai cali di concentrazione”. Dello stesso avviso è Zagami: “Felice che il mio ritorno in campo si equivals ad un successo, ma questa è la vittoria del gruppo, complimenti a tutti i miei compagni. Una dedica va anche al mister che oggi ha sofferto in tribuna. Anche se è difficile, la testa è già a domani, non vediamo l’ora di prenderci altri tre punti, li meritiamo”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com