breaking news

Palazzolo| Festa di fine anno “coi fiocchi”

23 Dicembre 2016 | by Redazione Webmarte
Palazzolo| Festa di fine anno “coi fiocchi”
Sport
0

Doni per tutti. Presentato Davide Baiocco: Sono a disposizione del mister, qui come con Juve, Catania e Siracusa”.

“Sono a disposizione del tecnico, che deciderà se, come e quando schierarmi e sono pronto a dare il mio contributo col massimo impegno, come ho fatto anche con la maglia della Juve, del Catania e del Siracusa: essere calciatori, del resto, significa esserlo dentro, a prescindere dalla categoria in cui si gioca”. Con queste parole cariche di entusiasmo per la nuova avventura che sta per iniziare, Davide Baiocco ha parlato dall’alto della sua esperienza in occasione della festa di fine anno organizzata dalla società del patron Graziano Cutrufo davanti a centinaia di bambini e ai ragazzi del settore giovanile. Ed è stato uno splendido e toccante cortometraggio (ideato da Stefano Frassetto e realizzato da Giorgio Nanì a Terra) a mettere in relazione la carriera di Baiocco, a cui è stata riservata una presentazione in grande stile da vero campione qual’è, ed il grande sogno di un bambino di diventare calciatore.

Il filmato, che ha riscosso tanti applausi, è stato pubblicato nella pagina ufficiale di Facebook del Palazzolo ed ha rappresentato solo una delle numerose sorprese che hanno caratterizzato la serata di gala. A presentarla è stato Gianpaolo Montineri, che ha chiamato in rassegna, uno ad uno, tutti i piccoli calciatori palazzolesi, i quali hanno ricevuto dei doni natalizi. Poi è stata la volta dei dirigenti e dei calciatori della prima squadra, che hanno voluto omaggiare Graziano Cutrufo. Tra gli ospiti presenti alla festa anche il direttore sportivo del Siracusa Antonello Laneri, tanti addetti ai lavori e coloro i quali, quest’anno, hanno contribuito a portare in alto il nome del Palazzolo, che, così com’è stato più volte sottolineato, è legato essenzialmente al settore giovanile. A tal scopo particolari riconoscimenti sono stati riservati ai giovani che, la settimana scorsa, hanno preso parte ai provini del Genoa riscuotendo tanti consensi. Ma a ricevere premi, doni e targhe-ricordo sono stati in tanti: su tutti merita di essere citato quello conferito a Daniele Bordonaro, che è il calciatore rimasto in gialloverde per più tempo (ben dieci anni, da quando militava nel settore giovanile) e che, come ha detto lo stesso Cutrufo, è sempre il primo ad esultare ad un gol e ad impegnarsi negli allenamenti nonostante, in Eccellenza, abbia totalizzato poco più di mezz’ora di gare ufficiali. Tanti anche i sorrisi, gli abbracci ed i momenti da ricordare, poi, nel corso della lunga serata, che ha visto lo svolgimento di una gustosa cena ed ha avuto come protagonista principale (e non poteva essere altrimenti) il centrocampista Baiocco. Oltre alle dichiarazioni di Gigi Calabrese, di Pippo Strano e di un emozionatissimo Cutrufo, che si è detto soddisfatto per il fatto di poter condividere insieme ai bambini questi splendidi momenti, è stato Baiocco a parlare dell’esperienza che lo vedrà tra i protagonisti del 2017 gialloverde. “Questa serata e lo spirito di chi è vicino al Palazzolo dimostrano che essere in Eccellenza è solo un piccolissimo dettaglio, – ha detto – soprattutto in termini di organizzazione e quanto al desiderio di crescere nel calcio. Vivo di stimoli e di emozioni, – ha aggiunto – e, dal punto di vista sportivo, avevo bisogno della stima e della fiducia che a Siracusa era venuta a mancare. Per me, però, era importante continuare questa avventura con la famiglia Cutrufo e Palazzolo rappresenta un’avventura stimolante. Fino a quando riesco ad allenarmi e a dare il massimo per poter essere determinante, del resto, la voglia di giocare non potrà assolutamente mancare”: Per quanto riguarda i gialloverdi e il duro girone di ritorno che li attende Baiocco è chiarissimo: “Non sarà facile – ha ricordato – ma anche se ci sono altre quattro squadre importanti e forti come Sant’Agata, Acireale, San Pio e Milazzo le possibilità di lottare e di giocarcela fino alla fine per noi sono molto alte. Bisogna crederci – ha concluso – e lavorare sodo per raggiungere quest’obiettivo”

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com