breaking news

Palermo| Formazione, “i sindacati coprono Crocetta”

Palermo| Formazione, “i sindacati coprono Crocetta”
Sindacale
'
0

USB denuncia il “silenzio delle sigle confederali nei confronti del governatore siciliano che dice di aver risparmiato milioni e milioni di euro per la formazione.

L’USB non smette di suonare la carica. I precari della formazione puntano alla RAI, scrivono a Giletti perche vogliono dire la loro dopo Crocetta, e si scagliano contro i sindacati confederali “rei di sostenere il governatore siciliano in questo silenzio che uccide i lavoratori”.

“Altra dimostrazione d’affetto nei confronti dei lavoratori della Formazione professionale siciliana da parte dei sindacati confederali, è il silenzio nei confronti del presidente Crocetta per come dice d’avere risparmiato milioni e milioni d” euro per quanto riguarda la Formazione in Sicilia – si legge in una nota a firma del portavoce USB, Costantino Guzzo -.  Di certo il nostro caro presidente non poteva dire come li ha risparmiati e naturalmente cosa ha provocato in tutti questi anni, (circa 5000 licenziamenti negli interventi e circa 1800 negli sportelli multifunzionali oltre a tutta la dispersione scolastica e disservizio per le politiche attive del lavoro) visto che non c’è stato nessun diritto di replica, ma la solita nota stonata arriva dai sindacati confederali che, pur sostenendo di tutelare i lavoratori del comparto, non hanno fatto nessun comunicato per smentire il caro presidente Crocetta su quello che ha dichiarato a spese dei lavoratori, appare chiaro ché sarebbe un po’ imbarazzante, se poi il presidente puntasse il dito sul fatto che a mettere le firme sui licenziamenti dei lavoratori sono stati proprio loro, sarebbe ancora più imbarazzante se il presidente dimostrasse che a causare parecchie perdite di chance ai lavoratori sono stati sempre loro , un esempio lampante è stato omettere le tutele della 10/94″.

E allora cosa fare? “Pur di non ammettere le proprie responsabilità davanti a tutta la nazione preferiscono continuare a far massacrare i lavoratori da un presidente che pur vantandosi d’essere rispettoso delle leggi , non solo le ha disattese, ma soprattutto non ha vigilato per come impone la legge – sostiene Guzzi – arrivando addirittura a utilizzare la legge, con 2 pesi e 2 misure. Noi come organizzazione sindacale da poco insediatasi in questa orribile realtà (dove i lavoratori sono stati trattati come carne da macello ) e soprattutto ancor di più a far si che , le colpe di chi in tutti questi anni ha gestito male i soldi pubblici cadano sempre sui lavoratori e nemmeno intendiamo fare passare che la formazione era fatta da lavoratori non adatti alle richieste dei corsi, visto che il presidente Crocetta sostiene che c’erano formatori con la V° elementare (del resto per un corso di parrucchiere non si poteva mettere un docente laureato alla Bocconi) facendo passare per incompetenti chi giorno per giorno dedicava con passione e amore al suo lavoro”.

L’ USB Confederale Nazionale, per conto di Sandro Cardinale, ha inviato una mail al conduttore Rai Massimo Giletti dove chiede che venga dato il diritto di replica ai lavoratori della Formazione Professionale in Sicilia per le dichiarazioni che il Governatore Crocetta ha rilasciato durante la trasmissione l’Arena il 26 febbraio scorso e dove il governatore ha manipolato i fatti gravi accaduti in tutti questi anni alla Formazione Professionale in Sicilia.

L’USB ha inoltre chiesto un incontro urgente al Presidente Crocetta affinché chieda scusa pubblicamente ai lavoratori della Formazione Professionale “vittime della politica del massacro di un sistema corrotto”. “In tutto questo – conclude Guzzo – i sindacati confederali rimangono silenti, ulteriore dimostrazione delle disattese del loro vero ruolo”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com