breaking news

PARTE LIBERI DI LIBERI DA …PROGETTO INCLUSIONE SOCIALE

24 Febbraio 2012 | by Redazione Webmarte
PARTE LIBERI DI LIBERI DA …PROGETTO INCLUSIONE SOCIALE
Cronaca
0

Promuovere l’inclusione socio-lavorativa di 24 soggetti con dipendenze da sostanze stupefacenti, alcool, gioco d’azzardo, cibo o videogiochi. E’ questo l’obiettivo di “Liberi di.liberi da.”, il progetto  presentato questo pomeriggio nella sede del Consorzio Plemmirio, all’interno del Castello Maniace.

Il progetto, finanziato dal Dipartimento Regionale della Famiglia e delle Politiche Sociali, nell’ambito del Programma Operativo Regionale Sicilia – Fondo Sociale Europeo 2007/2013, è ideato, gestito e condotto in Ats dalla Cooperativa Sociale “Tandem” (Capofila), dalla Società Cooperativa “Ergoform” e dalla “Sas Sailing Cube”. Il direttore del progetto è Concetta Carbone, il coordinatore Massimiliano Zangla.

Perno di tutta l’iniziativa è un’azione di orientamento e accompagnamento all’inserimento lavorativo all’interno del settore della nautica (turismo nautico, porti turistici, navigazione da diporto, etc.). Il progetto,  oltre al percorso professionalizzante all’interno dell’azienda, prevede un altro importante servizio di economia sociale, ovvero dei workshop di autoimprenditorialità/autoimpiego, laboratori intensivi sullo sviluppo di impresa (principalmente no profit) e sulla progettazione e realizzazione di percorsi di autoimprenditorialità, condotti da figure professionali e consulenti esperti del settore.

Diverse le tappe del progetto che è stato avviato lo scorso 10 gennaio per concludersi nel luglio 2013. Già iniziata la fase di scouting e analisi del territorio per far emergere i bisogni dei soggetti destinatari dell’intervento e del settore occupazionale di riferimento, mentre è in rete un sito web dedicato al progetto, www.liberidi-liberida.it. In itinere l’attività di sensibilizzazione e coinvolgimento di aziende e networking, mirata all’organizzazione di un “nucleo di coordinamento operativo” che si occuperà di intessere relazioni con le associazioni datoriali e aziende del comparto nautico e in corso anche la fase di selezione, tramite bando pubblico, di 24 soggetti con dipendenze, che per candidarsi alla partecipazione al progetto hanno tempo fino alle ore 12 del 5 marzo 2012.

Le prossime attività del progetto saranno: l’accoglienza e il bilancio delle competenze, svolta dagli operatori del Sert, dai responsabili delle attività di orientamento e inserimento lavorativo e dai beneficiari del progetto, attraverso laboratori emotivo-espressivi e momenti di dialogo.

Quindi, dopo l’orientamento, sarà la volta della work experience, con l’accoglienza prima e l’inserimento nel ciclo produttivo dell’azienda poi. Seguirà il project work, ovvero l’implementazione di laboratori di auto-imprenditorialità ed auto-impiegabilità, condotti da esperti del settore e poi la valutazione degli apprendimenti.

Chiuderà il progetto la diffusione dei risultati, tramite seminari e incontri pubblici, la realizzazione di un documentario sull’esperienza e la creazione di brochure e opuscoli.

“Il progetto Liberi di.liberi da. – affermano il direttore e il coordinatore del progetto, Concetta Carbone e Massimiliano Zangla – parte dall’amore per il mare e dall’utilizzo delle risorse che questa nostra splendida isola ci offre. Un anno e mezzo di lavoro insieme farà diventare questi giovani dei veri professionisti. Il mare richiede grande competenza e soprattutto molta esperienza ed è questo quello che offre Liberi di … liberi da …, requisito necessario per gli allievi è la passione per il mare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com