breaking news

PAURA PER L’INCENDIO ALL’ISAB IMPIANTI NORD

20 Dicembre 2011 | by Redazione Webmarte
PAURA PER L’INCENDIO ALL’ISAB IMPIANTI NORD
Cronaca
0

Un’enorme nuvola nera ha sovrastato il cielo intorno alle 10.45, creando preoccupazione ed allarme per i paesi di Priolo e Melilli, limitrofi al Petrolchimico di Priolo. Immediati i soccorsi che, in breve tempo grazie all’intervento del comando provinciale dei vigili del fuoco, hanno circoscritto l’incendio. L’emergenza locale con principio d’incendio è avvenuta nell’impianto Isab Nord, presso il parco stoccaggi SG10 di ISAB Impianti Nord ed è stato provocato, secondo il comunicato stampa dell’Isab, da un urto accidentale da parte di un mezzo di un’impresa esterna che, transitando su una strada interna, ha urtato una tubazione tranciando alcune valvole. Ne è conseguita la fuoriuscita di benzina che si è riversata sulla strada, prendendo fuoco a causa dell’innesco dovuto al sopraggiungere di un altro mezzo della medesima ditta. Le fiamme hanno interessato un fabbricato posto in prossimità della strada e alcune bobine di cavi elettrici presenti. La fumosità è stata causata principalmente dalla combustione degli idrocarburi e dei cavi. L’emergenza  è durata  30 minuti e gli impianti sono rimasti regolarmente in marcia. Immediate le reazioni sull’accaduto. Secondo Pippo Giaquinta, coordinatore del circolo “L’Anatroccolo” di Legambiente Priolo è necessaria maggiore attenzione e maggiore manutenzione all’interno degli impianti. Antonello Rizza, sindaco di Priolo, ha spiegato che  grazie all’intervento dei pompieri e della protezione civile l’incidente è stato definitivamente risolto in mezz’ora. Per il segretario nazionale Ugl Chimici, Luigi Ulgiati solo per un caso fortuito, nell’incidente avvenuto oggi, non sono stati coinvolti lavoratori. “Non possiamo limitarci a tirare un respiro di sollievo  – ha continuato Ulgiati – perche’ l’episodio di oggi non ha avuto risvolti piu’ drammatici. Sulla sicurezza sul lavoro non si fa mai abbastanza, soprattutto in settori ad alto rischio. Per questo dobbiamo continuare a promuovere la corretta e capillare applicazione delle norme esistenti, il rafforzamento delle sanzioni, la diffusione di una cultura della sicurezza a partire dalle nuove generazioni con l’insegnamento scolastico”. A seguito dell’evento incidentale che ha interessato nella mattinata odierna la raffineria ISAB Impianti Nord del polo petrolchimico di Priolo Gargallo, è stato disposto questa sera presso la Prefettura, un incontro al quale prenderanno parte: il Presidente della Provincia Regionale, i Sindaci dei Comuni di Siracusa, Augusta, Melilli e Priolo, rappresentanti dell’ARPA, delle Forze di Polizia, dei VV.F., del Dipartimento Regionale di Protezione Civile, della locale Sezione della Polizia Stradale e della ISAB S.r.l., per esaminare congiuntamente la problematica e per la verifica dello stato di sicurezza dei luoghi.

Silvana Baracchi      

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com