breaking news

PD PROVINCIALE, IL CONGRESSO ELEGGE CAFEO

PD PROVINCIALE, IL CONGRESSO ELEGGE CAFEO
Politica
0

Tutto da previsioni. Giovanni Cafeo è da oggi ufficialmente e nuovamente il segretario del Partito democratico della provincia di Siracusa. Il suo vice è Carmelo Spataro mentre il presidente dell’assemblea è Salvo Adorno. Si tratta quindi di un rappresentante per ognuna delle correnti interne alla forza politica di centrosinistra. Tutti eletti per acclamazione. Il primo congresso del Pd siracusano si svolge in un’atmosfera di estrema tranquillità. Nessuna fibrillazione, nessun dubbio. Una situazione ben diversa da quella della prima assemblea della Fiera del Sud, quando il partito si presentò spaccato e quando non mancarono aspre polemiche. Questa volta si è cambiato rotta. La convinzione della dirigenza del pd è infatti che la litigiosità interna, divenendo pubblica e oggetto di botta  e risposta anche sulla stampa possa avere nuociuto alla forza politica, battuta infatti alle ultime elezioni comunali e provinciali in quasi tutte le realtà del territorio. Lunga la relazione di Giovanni Cafeo. Il segretario ha affrontato i temi principali legati alle emergenze del territorio, accusando in Centrodestra, in particolare la maggioranza al Comune di Siracusa, di non essere capace di occuparsi delle questioni importanti, di non avere alcuna programmazione e di andare avanti quindi alla giornata, con una maggiore attenzione per le proprie vicende politiche interne. Accuse alle quali in qualche modo ha replicato poco dopo il leader provinciale dell’Udc, Pippo Gianni, ospite dei lavori congressuali. Duro il suo affondo contro il Partito democratico che, alla Regione, per Gianni, ha scelto di essere al potere, mascherando tale scelte con presunte ideologie che in realtà non esisterebbero.  Gli elettori, ha aggiunto, avevano scelto che il pd stesse all’opposizione e invece chi guida il camioncino, chiaro il riferimento a Raffaele Lombardo, decide chi sale e chi scende in corso d’opera. Il Centrosinistra provinciale dovrebbe adesso tornare a lavorare insieme alle proposte da avanzare, ha detto la segretario di Italia dei Valori, Valeria Coco, E’ finito il tempo della protesta. Un centrosinistra che comunque non appare ancora, a livello locale, unito. Mancavano all’appello, ad esempio, quesgta mattina, i rappresentanti di Sinistra ecologia e libertà, cosi’ come rifondazione comunista o i rappresentanti dei comunisti italiani e dei verdi.

 

 

 

 

 

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com