breaking news

PIANO CASA-MANCA IL NUMERO LEGALE

PIANO CASA-MANCA IL NUMERO LEGALE
Politica
0

Torna il aula questa sera in aula alle 19 il Consiglio comunale, in aggiornamento di seduta dopo che ieri era mancato il numero legale. Si deve votare prima l’atto di indirizzo presentato dal consigliere Fabio Rodante avente come oggetto l’istituzione di un tavolo tecnico permanente, al quale dovranno prendere parte anche gli ordini degli ingegneri e degli architetti, per la definizione di un protocollo sulla bio edilizia che valuti e certifichi la sostenibilità degli interventi edilizi, attribuendo agli stessi un punteggio e graduando così i contributi previsti dalla legge. Successivamente l’aula dovrà votare la proposta di deliberazione avente ad oggetto la “definizione dei limiti dell’applicabilità della legge sul Piano Casa ad immobili o zone del territorio comunale sulla base di specifiche ragioni di carattere urbanistico, paesaggistico ed ambientale” che ieri non è stato possibile votare per la mancanza del numero legale. Ad inizio dei lavori, il Consiglio ha osservato un minuto di raccoglimento per ricordare la figura di Giuseppe Musumeci, ex consigliere e presidente del consiglio, scomparso prematuramente nei giorni scorsi. Subito dopo è intervenuto il sindaco, che si è occupato della vertenza dei precari dell’Ente. Ad illustrare l’argomento all’ordine del giorno è stato l’assessore all’Urbanistica, Francesco Tabacco che ha messo in risalto il significato della proposta di delibera che  “mira al riordino del territorio nelle sue linee generali, che punta a sostenere la messa in sicurezza e la riduzione del rischio sismico e idrogeologico e a riqualificare il patrimonio edilizio esistente. Abbiamo ritenuto doveroso escludere o limitare l’applicazione della legge in tutti quei casi e in quelle aree dove l’utilizzo della norma comporterebbe effetti negativi sul territorio. Con questa delibera si vuole rilanciare l’incentivazione nell’utilizzo delle fonti di energetiche rinnovabili”. Dopo la relazione di Tabacco, ha preso la parola il consigliere Ettore Di Giovanni che ha presentato un emendamento, approvato dalla commissione Urbanistica, che faceva proprio la proposta precedente dell’ufficio tecnico al posto della proposta approvata dalla Giunta e trasmessa al Consiglio. L’emendamento è stato bocciato. Da qui l’uscita dall’aula da parte di diversi consiglieri, il venir meno del numero legale e l’aggiornamento a stasera.  Nel corso della seduta inoltre il consigliere Fabio Rodante ha illustrato un atto di indirizzo verso l’Amministrazione perché “si faccia portavoce presso le opportune sedi istituzionali, della richiesta dell’Ordine dei geologi di emendare la normativa regionale sul Piano Casa con la previsione di specifica relazione geologica per il rilascio delle autorizzazioni edilizie”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com