breaking news

PIANO DI RIENTRO: VANNO RIVISTI I PARAMETRI DI SPESA

PIANO DI RIENTRO: VANNO RIVISTI I PARAMETRI DI SPESA
Sanità
0

“Con gli attuali limiti di spesa, fissati dall’Assessorato Regionale alla Salute,  e con un debito triennale a carico dell’ASP di Siracusa di circa 16 milioni di euro, riconducibile alle passate gestioni, non si comprende come sia possibile conseguire risparmi sui vari capitoli di spesa per 4 milioni e 200.000 euro, a meno di non fornire il vitto e le medicine ai ricoverati”. Questa la denuncia del Segretario della Commissione Sanità dell’Assemblea Regionale Siciliana,  Vincenzo Vinciullo, evidenziata con un’Interrogazione parlamentare. “Il piano di rientro regionale, relativo alla Sanità – spiega l’Onorevole – prevede che i dipendenti del Servizio Sanitario Regionale della Sicilia non possano superare  il numero complessivo di 52.000 unità e, per raggiungere tale obiettivo, l’Assessorato Regionale alla Salute ha  fornito linee di indirizzo alla singole Aziende Sanitarie in merito ai “parametri minimo/massimi delle principali figure professionali, commisurati ai posti letto (per gli ospedali) e alla popolazione assistibile (per il territorio)”. Con i nuovi parametri regionali sulle dotazioni organiche – rileva Vinciullo – alcune Aziende Ospedaliere e/o Sanitarie e Universitarie risultano sovradimensionate, mentre altre, come quella di Siracusa, evidenziano una scopertura di organico di circa 400 unità. Ora – prosegue Vinciullo – il raggiungimento del numero complessivo di organico regionale (52.000), unitamente alle difficoltà di immediato riequilibrio, e l’impossibilità delle Aziende con organici sovradimensionati di licenziare, hanno imposto che il “piano di armonizzazione del personale” si articolasse in un triennio, onde permettere, alle Aziende con esuberi,  di non coprire i vuoti di organico e, alle Aziende con vuoti di organico, di ricoprire i nuovi posti assegnati, con gradualità triennale. In quest’ottica l’ASP di Siracusa è stata autorizzata, nell’anno 2011, a coprire, parzialmente, il vuoto di organico del personale con una maggiore spesa di circa 4.200.000 euro, rispetto all’anno 2010, ma con il corrente mese di marzo, l’Assessorato alla Salute, mentre ha autorizzato l’ASP di Siracusa  a maggiori parametri di spesa per Case di Cura accreditate, per la specialistica convenzionata, per l’assistenza farmaceutica e riabilitativa, non ha aumentato la spesa per il personale rispetto al 2010″. Ciò premesso l’On. Vinciullo ha chiesto al Governo regionale  “di rivedere i parametri di spesa ed adeguarli per evitare, ancora una volta, il collasso sanitario alla Provincia di Siracusa, atteso che tale situazione non trova giustificazione  con gli accordi regionali, relativi al piano di rientro, lasciando sopravvivere nel “grasso accumulato” le Aziende con personale superiore ai parametri”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com