breaking news

Premio Nobel per la pace, Ficili candidato

Premio Nobel per la pace, Ficili candidato
Attualità
0

13° nomination al Premio Nobel per la pace per Bruno Ficili, docente siracusano e presidente dell’Associazione Internazionale per l’Educazione alla Pace. La formalizzazione della candidatura per l’assegnazione del Nobel a Ficili è giunta dai componenti del Congresso degli Stati Uniti, nel corso della seconda giornata del convegno internazionale che si sta svolgendo a a Priolo, presso la sede del consorzio universitaro “Megara Ibleo”. A dare l’annuncio è stato l’arcivescovo di Siracusa mons. Salvatore Pappalardo che ha parlato di un esempio concreto e tangibile dell’impegno in favore della crescita di una cultura di educazione alla pace. Tra i protagonisti del convegno oggi Tarek Arafat, nipote del leader palestinese deceduto alcuni anni fa e componente della Mezza  Luna Rossa. Arafat, 42 anni, ingegnere specializzato nella gestione di strumentazioni medicali, oggi vive in Egitto.  ”Non sono un uomo politico – ha spiegato – ma solamente un palestinese che nutre una grande speranza che la pace sia presto raggiunta non solo tra israeliani e palestinesi ma ovunque nel mondo. E per fare questo occorre che si riesca a dialogare. Ma serve anche che dimostriamo, con i fatti, piu’ amore verso i nostri figli che sono la nostra stessa proiezione nel futuro. Per questo noi adulti abbiamo l’obbligo di educare i ragazzi a valori come il rispetto reciproco, la tolleranza, la comprensione dell’altro. E la scuola in tutto questo, assieme alla famiglia, ha un ruolo fondamentale. Quanto alla figura dello zio, lo ha definito ” un uomo di straordinario carisma ma al tempo stesso assai semplice”.  

Domani mattina ultima giornata di lavori del 18° Convegno Internazionale “L’Educazione alla Pace – Le religioni e la pace”. A conclusione verrà sottoscritto un documento congiunto che verrà inviato ai Governi di tutto il mondo per chiedere l’adozione di modelli che favoriscano la creazione di una cultura di pace basata sul dialogo e che abbia nei giovani e nella scuola uno dei suoi centri propulsori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com