breaking news

PRESENTATA LA MOZIONE DI SFIDUCIA.

30 Settembre 2010 | by Redazione Webmarte
PRESENTATA LA MOZIONE DI SFIDUCIA.
Politica
0

È stata presentata ieri mattina la mozione di sfiducia al Sindaco Mangiameli ed è stata firmata dagli undici componenti dell’Opposizione in Consiglio Comunale. È stata firmata dai quattro consiglieri dell’UDC, dal consigliere del Movimento per l’Autonomia, dai due di Rinascita Leontina, dal consigliere comunale del PDL ed infine dai vari esponenti indipendenti che si oppongono all’operato del sindaco Mangiameli. È stato anche presentato un documento politico, allegato alla mozione di sfiducia in cui si elencano varie deficienze amministrative, quali l’abbandono degli impianti sportivi comunali (Piscina Comunale, Campo Scuola, Stadio Comunale, etc.), la cattiva gestione del personale (per esempio i numerosi contenziosi con alcuni dirigenti comunali), la  cattiva gestione degli introiti comunali e altre questioni prettamente politiche come la cattiva gestione e realizzazione della giunta municipale anche e soprattutto con le divisioni all’interno del Partito Democratico. A parte la mozione di sfiducia presentata ieri, nella prossima primavera si sarebbe comunque tornati al voto poiché la scadenza elettorale è prevista per il prossimo anno. Adesso la parola passa al consiglio comunale che dovrà decidere se votare la sfiducia al Sindaco Mangiameli. I voti necessari per fare passare la mozione sono 13 e i firmatari sono 11 quindi mancherebbero altri due voti che dovrebbero uscire dalla Maggioranza consiliare, probabilmente dalla parte di essa più critica con l’amministrazione. Ma nulla non è scontato. Intanto la Federazione della Sinistra, formata dai coordinatori Ivan Strano e Franco Nisi, scrivono in una nota che la mozione di sfiducia presentata al Sindaco è l’ennesima prova di inefficienza politica ed amministrativa. Le forze comuniste propongono lo scioglimento del consiglio comunale e soprattutto chiedono alle forze politiche più sane in città di costruire una alternativa politica a questa fallimentare classe dirigente.

 

ANTONINO LANDRO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com