breaking news

PRESENTATI GLI OBIETTIVI E IL CONTENUTO DEL MANIFESTO DELLA BUONA POLITICA

23 Dicembre 2011 | by Redazione Webmarte
PRESENTATI GLI OBIETTIVI E IL CONTENUTO DEL MANIFESTO DELLA BUONA POLITICA
Politica
0

“La difesa dell’interesse pubblico e la soppressione di ogni tendenza a proseguire nella strada della tutela degli interessi personali o di gruppo, è l’unico modo che può farci uscire dal tunnel della crisi e contribuire a ricostruire un impianto sociale finalmente equo, insieme ad un sistema economico competitivo e capace di ridare il futuro ai nostri giovani e, con essi, all’intera Patria. Ed è per qquesto che con un gruppo di persone notoriamente affidabili e corrette, abbiamo redatto il Manifesto per la Buona Politica, che ora sottoponiamo alla riflessione dell’ opinione pubblica locale, e non solo”.
È quanto ha commentato il presidente della Provincia regionale di Siracusa, Nicola Bono a margine della presentazione del Manifesto per la Buona Politica che ha presentato e sottoscritto assieme ad altri settantacinque fra intellettuali, religiosi, professionisti e semplici cittadini che, insieme, hanno deciso di cointestarsi una iniziativa ambiziosa, e cioè la rigenerazione del logorato sistema politico nazionale.
“Intendiamo dare, con questo documento aperto alla adesione di tutti gli uomini e le donne di buona volontà – ha detto Bono – il nostro contributo per restituire alla politica la sua funzione più nobile, quella per cui è stata creata, e cioè l’interpretazione dei bisogni della società e il loro soddisfacimento con equità e giustizia, senza riserve di privilegio per chicchessia.”
“Il Manifesto – spiega l’On. Bono – costituito da 18 punti, ha l’obbiettivo di fissare per la prima volta i comportamenti cui ogni politico deve ispirare la sua azione, se vuole veramente servire l’interesse pubblico. In tal modo sarà finalmente possibile da parte di chiunque, politico o cittadino, valutare i comportamenti e le loro ricadute, senza più le strumentalizzazioni di una politica volutamente rissosa, perché incapace di confrontarsi sul merito delle questioni che interessano veramente alla società.”
“Con questo metro valutativo – ha detto ancora Bono – sarà quindi oggettivamente più facile di quanto non sia mai stato possibile in passato, per i cittadini, esercitare il diritto di vigilanza sulle azioni della politica ad ogni livello istituzionale o amministrativo, che si estrinsecherà in vari modi, che saranno opportunamente definiti, nonché, in ultimo, attraverso l’indisponibilità esplicita a sostenere liste e candidati che non si impegneranno ad attuare i 18 punti del Manifesto e, quindi, non daranno garanzie per l’effettiva tutela dell’interesse pubblico.”
“Secondo i parametri del nostro Manifesto – spiega ancora il presidente Bono – il buon politico deve dire sempre la verità, non fare promesse insostenibili, essere trasparente e rendere trasparente la struttura che dirige, essere sempre dalla parte dei diritti e non dei privilegi, rendere imparziali gli enti amministrati con il ricorso ad appositi strumenti, non temere di assumere decisioni impopolari se sono nell’interesse della comunità. Questi sono solo alcuni dei punti richiamati nel Manifesto, che prevede anche percorsi operativi in attuazione dei principi enunciati. E per la prima volta viene introdotta la modalità di ostacolare e non sostenere la ricandidatura di chi usi cambiare frequentemente partito, nel disprezzo della volontà di chi lo ha eletto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com