breaking news

PRESENTAZIONE DEL LIBRO “FERRUCCIO FERRI, UN PITTORE TOSCANO A SIRACUSA”

15 Dicembre 2011 | by Redazione Webmarte
PRESENTAZIONE DEL LIBRO “FERRUCCIO FERRI, UN PITTORE TOSCANO A SIRACUSA”
Cronaca
0

Domani alle  17:00, alla presenza del
Presidente della Provincia, Nicola Bono, del Sindaco Roberto
Visentin e del Presidente del Consiglio Provinciale Michele
Mangiafico, presso la sala convegni “Costanza Bruno” si terrà la
presentazione del libro “Ferruccio Ferri, un pittore toscano a
Siracusa” realizzato dal Liceo Artistico “A. Gagini” con il contributo
di ISAB, edito dalla Lussografica.
La ricerca che ha condotto alla produzione della monografia,
attivata sotto gli auspici del Dirigente scolastico Simonetta Arnone e
seguita dall’autore Marco Goracci, rappresenta la prima e più organica
analisi critica dell’opera del pittore e didatta toscano Ferruccio
Ferri (Fauglia 1911 – Pisa 1989), direttore del Liceo artistico
Antonello Gagini di Siracusa dal 1938 al 1954. Attraverso le fonti
d’archivio, in particolare quelle custodite dal Liceo e identificate
dall’archivista Rossella Baldi, le testimonianze dei familiari, una
selezione di dipinti e disegni ascrivibili al periodo giovanile e al
soggiorno siracusano dell’Artista, l’Isab, con la sua sensibile
attenzione ai fatti culturali locali, mette a disposizione degli
studiosi, degli appassionati d’arte e del più vasto pubblico, uno
strumento di notevole valore documentario e storico utile ad
illuminare aspetti meno conosciuti e reconditi relativi alle vicende
più prossime, ma non per questo più note e rivelatorie, della storia
della Città. Ancora una volta Siracusa risulta centrale in un inatteso
intreccio di influssi e trame culturali che la pongono in felice e
significativo dialogo con i movimenti più ampi della cultura nazionale
ed europea del XX secolo, rilevando come, oltre ogni genere di
condizionamento o limite geografico ed ideologico, una realtà
apparentemente periferica e secondaria riesca a trarre positivi
elementi di evoluzione e integrazione, da quelle eventualità spesso
casuali che ne hanno determinato, nel corso dei secoli, peculiarità ed
elementi distintivi, in un flusso ininterrotto di elaborazioni e
intenti innovativi. L’opera si distingue anche per i
contenuti iconografici, per la maggior parte dei casi inediti, sia per
quanto riguarda le opere di Ferruccio Ferri (per la particolare
dimensione dello studio relative al periodo 1922 – 1954) che per le
immagini fotografiche d’epoca, queste ultime vere e proprie “aperture”
fino ad oggi sconosciute su di un passato storico ancora tutto da
rivelare pur essendo tanto prossimo ai nostri giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com