breaking news

PRG – CHIESTO L’INVIO DI UN COMMISSARIO

PRG – CHIESTO L’INVIO DI UN COMMISSARIO
Attualità
0

Inviare un commissario regionale per verificare se il piano regolatore approvato nel 2007, che prevede una impressionante espansione urbanistica, sia adeguato alle esigenze del territorio o se non sia invece eccessivo per una città che ha un territorio già sei volte superiore rispetto a quelle di uguale numero di abitanti. e che ha subito negli ultimi anni un notevole decremento demografico, per il quale non  prevista una inversione di tendenza”. E’ quello che chiede il deputato regionale del Partito democratico Bruno Marziano, in una interrogazione inviata all’assessore regionale al Territorio e ambiente. Una verifica necessaria – ha spiegato Marziano -, e sollecitata anche dalle storiche associazioni di ambientalisti e ad associazioni nate proprio per contestare l’attuale prg. Non si tiene conto che la città ha aree di degrado che andrebbero riprese e rivitalizzante, piuttosto che prevedere una nuova impressionante espansione urbanistica, che sta determinando una colata i cemento persino nella vicinanza delle mura dionigiane e per fino l’aggressione della balza acradina. Quando fu assunta questa decisione per un intero anno il Consiglio comunale è restato paralizzato per mancanza numero legale e non si poté tenere conto delle osservazioni presentate da privati cittadini, ma anche dallo stesso Professor Gabrielli che era il consulente per il Prg. Preoccupazioni fondante perché la prima fase di attuazione sta mostrando nel concreto gli effetti nefasti del nuovo strumento sul territorio. Si sta costruendo ovunque con la possibilità di costruire ovunque. E’ chiaro che occorre intervenire. C’è già un corpo di proposte avanzate dalla prima commissione consiliare dove si ipotizza l’avvio delle procedure per la redazione di nuovo piano regolatore. Nelle more è necessario intervenire sulle norme tecniche di attuazione e sul regolamento edilizio per evitare che il recinto venga costruito dopo che sono scappati i buoi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com