breaking news

PRG, L’AVVOCATURA COMUNALE NON DECIDE

PRG, L’AVVOCATURA COMUNALE NON DECIDE
Attualità
0

L’Avvocatura Comunale ha rimesso al “Tavolo Tecnico”  voluto dal Consiglio Comunale il proprio parere legale in merito alla possibilità di revisione delle destinazione urbanistiche di PRG. Da questo presupposto parte un nuovo intervento del Wwf, in questo caso regionale, sulla polemica in corso per la richiesta di revisione del piano regolatore della città, ritenuto da molti inadeguato in quanto consentirebbe una eccessiva cementificazione delle coste e delle aree tutelate. A parlare per l’associazione ambientalista è il presidente regionale, Pier Francesco Rizza. La sua è una sollecitazione chiara. “Tale parere- dice l’avvocato siracusano- come era prevedibile in punto di diritto, ha evidenziato due aspetti importanti. Il primo è che è possibile la revisione delle destinazioni di PRG ben prima della scadenza dei fatidici cinque anni dalla approvazione, purchè le modifiche siano motivate ed i proprietari interessati partecipino al relativo procedimento amministrativo.Il secondo -prosegue Rizza- è che  nelle more  del nuovo procedimento di adozione scattano immediatamente le norme di salvaguardia sulle zone oggetto di proposta di eventuali varianti”. Secondo il Wwf “non vi possono essere ulteriori indugi o rinvii. L’Amministrazione ed il Consiglio Comunale- conclude il presidente del Wwf – hanno l’obbligo giuridico e politico  di porre in discussione la proposta di revisione  delle attuali destinazioni urbanistiche di alcune zone della città proposte dalla Commissione Consiliare Urbanistica e dire finalmente a tutta la città di Siracusa se si potrà discutere o meno di modificare le destinazioni del PRG  per renderlo più consono alle esigenze di Siracusa e dei siracusani”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com