breaking news

Priolo Gargallo | Processo “Qualunquemente”, condannato a tre anni l’ex sindaco Antonello Rizza

1 Marzo 2019 | by Silvio Breci
Priolo Gargallo | Processo “Qualunquemente”, condannato a tre anni l’ex sindaco Antonello Rizza
Cronaca
0

Avviata nel 2014, l’inchiesta vedeva indagate a vario titolo altre 14 persone per concussione, voto di scambio, abuso d’ufficio e truffa. Comminati in totale 145 mesi di carcere.

La condanna per Antonello Rizza. È di 3 anni di reclusione la condanna inflitta all’ex sindaco di Priolo Gargallo, Antonello Rizza, al termine del processo scaturito dall’inchiesta denominata “Qualunquemente”, avviata dalla Polizia di Stato nel 2014, che insieme all’ex primo cittadino ha visto indagate e imputate altre 14 persone per reati che vanno dalla concussione al voto di scambio, dall’abuso d’ufficio alla truffa. Per l’ex sindaco di Priolo, principale indagato, condannato dunque a 3 anni di reclusione e 5 anni di interdizione dai pubblici uffici, il pubblico ministero Margherita Brianese aveva chiesto una condanna molto più pesante a 15 anni, ma le pene inflitte sono state tutte più leggere rispetto alle richieste del pm. I giudici del tribunale, presidente Antonella Coniglio, a latere Antonio Dami e Federica Piccione, hanno invece assolto Rizza, difeso dagli avvocati Tommaso Tamburino e Domenico Mignosa, dalle quattro ipotesi di concussione e dall’accusa di associazione a delinquere finalizzata al voto di scambio.

Le altre condanne. L’ex assessore comunale Beniamino Scarinci è stato condannato a 1 anno e 11 mesi di reclusione e 8 mesi di interdizione dai pubblici uffici, mentre la dirigente comunale Flora La Iacona a 1 anno 11 mesi e 15 giorni e 8 mesi di interdizione. Le altre condanne inflitte sono: 5 mesi di reclusione e 4 mesi di interdizione per Giuseppe Pinnisi, 1 anno 2 mesi e 15 giorni di reclusione e 8 mesi di interdizione per Lucia Grasso, 4 mesi e 15 giorni di reclusione e 4 mesi di interdizione per Paola Scalogna, 8 mesi di reclusione e 8 mesi di interdizione per Giuseppa Arcidiacono, 8 mesi di reclusione per Sebastiano Mazzone e Marco Angelino. Infine 1 anno e 2 mesi di reclusione per Carlo Auteri, che è stato invece assolto perché il fatto non sussiste per concussione e truffa in relazione ai fatti del Carnevale di Priolo.

Pene sospese e assolti. Tranne che per l’ex sindaco di Priolo Gargallo, la pena è stata per tutti sospesa. Antonello Rizza in solido con gli altri è stato condannato al risarcimento del danno e alle spese sostenute in favore del Comune di Priolo, che si è costituito parte civile. Sentenza di assoluzione è stata invece pronunciata per Salvatore Passarello, Nunziata Bafumo, Concetta Caccamo, Angelo Palumbo, Angelo Bosco e per l’ex segretario comunale Giuseppe Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com