breaking news

Priolo Gargallo | Stranizza d’Amuri Sfilata inclusiva di moda e spettacolo

Priolo Gargallo | Stranizza d’Amuri Sfilata inclusiva di moda e spettacolo
Spettacolo
'
0

A Marina di Priolo, Stanizza d’Amuri, sfilata inclusiva della cooperativa L’Albero. Protagonisti i ragazzi diversamente abili. La serata, la cui direzione artistica sarà a cura di Veronica Centamore, sarà presentata da Michela Italia. Negli anni sono venute fuori le varie attitudini e i talenti dei ragazzi. Da queste premesse nasce un progetto che si spera possa essere un trampolino di lancio nel mondo del lavoro. In-Tatto è il brand che hanno creato e depositato, che sta a significare intero, integro (anche con le loro disabilità) ed è il binomio della particella “In” sta per inclusione e la parola “tatto” manualità.

Si terrà giovedì alle 20.30 nell’area mercatale di Marina di Priolo “Stranizza d’Amuri” sfilata inclusiva di moda e spettacolo organizzata dalla cooperativa L’Albero con il patrocinio del Comune di Priolo.  La direzione artistica della serata è affidata a Veronica Centamore. Serata che sarà condotta da Michela Italia. Alcuni artisti siciliani hanno scelto di partecipare offrendo delle performance a titolo gratuito: Gruppo Augusta Folk, Francesco Boccadifuoco, Vicè Passalacqua, Giuseppe Urso e Jango Paci sassofonista.

Questo progetto nasce dall’idea di dare un’opportunità lavorativa ai ragazzi del centro diurno diversamente abili. La cooperativa l’Albero eroga questo servizio da circa 10 anni, nel comune di Priolo Gargallo, attraverso il sistema dell’accreditamento. Negli anni sono venute fuori le varie attitudini e i talenti dei ragazzi. Da queste premesse nasce un progetto che si spera possa essere un trampolino di lancio nel mondo del lavoro. In-Tatto è il brand che hanno creato e depositato, che sta a significare intero, integro (anche con le loro disabilità) ed è il binomio della particella “In” sta per inclusione e la parola “tatto” manualità. Realizzano accessori moda (grazie al supporto della maestra d’arte, Floriana Materazzo).

“Abbiamo investito molto su questo progetto, non solo economicamente ma emotivamente – afferma Debora Scuotto vicepresidente della cooperativa l’Albero – Per noi è davvero motivo di orgoglio. Sono un po’ tutti nostri figli, fratelli e quindi desideriamo saperli ed immaginarli sempre felici e realizzati. Un ringraziamento a Cinzia Scozzese e Carmela Milano che, con le loro professionalità, hanno sposato il nostro piccolo sogno”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *