breaking news

Priolo| L’operaio Isab sta bene, “solo tanta paura”

19 Ottobre 2017 | by Redazione Webmarte
Priolo| L’operaio Isab sta bene, “solo tanta paura”
Sindacale
0

Animi distesi tra l’azienda e il dipendente colto da malore sul posto di lavoro. Massima disponibilità a collaborare affinchè non possono accadere casi molto più gravi. I sindacati ne approfittano per verificare le procedure di soccorsoe e chiedere di formare i lavoratori potenziali primi soccoritori.

Non destano affatto preoccupazione le condizioni del dipendente Isab che è dovuto ricorrere tre giorni fa alle cure dei sanitari del pronto soccorso dell’Umberto Primo di Siracusa in seguito a un malore dopo aver respirato gas nell’impianto nord. L’operaio, che tiene a ringraziare i vigili del fuoco ed il medico aziendale e tutti i colleghi per il pronto intervento, sta bene. Soltanto tanta paura e uno stato di schock emotivo per il brutto momento passato. Dopo essere stato posto sottosservazione per una notte, è stato dimesso senza nessuna conseguenza.

Solo un brutto ricordo per il dipendente Isab che ha stabilito un sereno rapporto con l’azienda e si è messo a disposizione per evitare che eventuali altri casi, ben più gravi, possano verificarsi. Va precisato che il luogo dove è avvenuto il fatto non è lo stesso in cui, purtroppo, persero la vita altri due operai nel 2015 mentre lavoravano alla manutenzione della raffineria Eni Versalis di Priolo.

I sindacati di categoria Cgil, Cisl e Uil hanno incontrato i vertici dell’Isab per verificare a scopo preventivo le procedure di soccorso determinanti per la tutela della vita di ogni singolo lavoratore. Focus sulla formazione dei dipendenti sul posto di lavoro, i primi potenziali soccoritori in caso di incidenti in fabbrica, e sull’opportunità di fornire la zona industriale di un presidio ospedaliero dotato di ambulanza con medico a bordo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com