breaking news

PUNTATORI LASER, ANCORA SEQUESTRI IN PROVINCIA DI SIRACUSA

Costante aumento di incidenti e danni alla salute anche a Siracusa, provocati dall’utilizzo dei puntatori laser. Si tratta di apparecchi usati in particolare durante manifestazioni sportive o in prossimità di aeroporti. I Carabinieri di Siracusa hanno deciso per questo di mettere in atto iniziative di contrasto, con numerosi controlli svolti nei punti vendita in tutto il territorio provinciale. Obiettivo: accertare la regolarità costruttiva. I puntatori laser sono infatti normalmente importati illegalmente da paesi dell’estremo oriente, in particolare dalla Cina, eludendo i controlli doganali e le verifiche sulla loro nocività per la salute. Questo il bilancio: i militari del Nucleo Radiomobile hanno deferito in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria un 44enne di origine cinese, residente ad Augusta, titolare di un negozio di giocattoli. All’interno dell’esercizio commerciale sono stati rinvenuti e sequestrati 7 puntatori laser non conformi alle prescrizioni in materia. Analogo risultato a Pachino, dove è stato deferito un 40enne, sempre di origine cinese, titolare di un negozio di casalinghi e giocattoli. Qui sono stati rinvenuti 16 puntatori laser non conformi. Gli apparecchi sono stati sequestrati. I puntatori laser – fanno sapere i Carabinieri – sono sorgenti di radiazione ottica, in grado di produrre sulla retina aumenti di temperatura potenzialmente pericolosi, che provocano  gravi lesioni oculari.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com