breaking news

Lentini | Raymond Bondin dell’Unesco in visita alla città per la festa di Sant’Alfio

7 Maggio 2018 | by Silvio Breci
Lentini | Raymond Bondin dell’Unesco in visita alla città per la festa di Sant’Alfio
Cultura
1

Per l’amministrazione comunale «è una preziosa occasione per promuovere Lentini». L’illustre ospite sarà accolto mercoledì sera, alle 17.45, nell’aula consiliare di via Galliano.

Ambasciatore emerito dell’Unesco a Lentini. L’ambasciatore emerito dell’Unesco Raymond Bondin sarà a Lentini il 9 e 10 maggio, in occasione dei solenni festeggiamenti patronali in onore dei santi martiri Alfio, Filadelfo e Cirino, con l’obiettivo di valutare una possibile candidatura dei beni materiali e immateriali della città – dalle chiese rupestri al Castellaccio fino alle tradizioni popolari e religiose legate al culto dei patroni – alla lista dei patrimoni dell’umanità. Lo hanno annunciato il sindaco Saverio Bosco e l’assessore alla Cittadinanza Santi Terranova.

Ray Bondin, chi è? Personaggio di ampio spessore culturale, uomo impegnato nello studio e nella salvaguardia dei beni ambientali e archeologici, Raymond Bondin è personalità di spicco nell’ambito dell’Unesco, l’organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura – e da Malta a Lisbona fa sentire la propria voce in difesa di tutto ciò che è tradizione e sviluppo del territorio.

«Una preziosa occasione per valorizzare il nostro patrimonio». «L’avvenimento – sottolinea il sindaco Saverio Bosco – rappresenta per la città una preziosa occasione per valorizzare il nostro patrimonio e incentivare lo sviluppo turistico ed economico del territorio». Bondin sarà accolto mercoledì prossimo 9 maggio, alle 17.45, nell’aula consiliare di via Galliano alla presenza delle autorità e dei rappresentanti delle tante associazioni locali impegnate con energia e passione nella valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale della città.

© Riproduzione riservata

One Comment

  1. SALVO LIGGIERI says:

    Vi consiglierei di informarvi meglio sul personaggio. Se l’amministrazione pensa di migliorare e sviluppare la propria economia e il turismo con un sedicente ambasciatore emerito, titolo che non esiste (fino a prova contraria documentata e non a parole) allora Lentini è veramente messa male. È solo un consulente che gira per i paesi (tre giorni fa era a Melilli) facendo a tutti e sempre lo stesso discorso. Basterebbe chiedergli quante feste ha fatto riconoscere sino ad oggi e che potere reale lui ha. Risposta NESSUNA e NESSUNO. Perché il Sindaco non si rivolge per la pratica di riconoscimento alla Fondazione Unesci Sicilia o alla Commissione Nazionale Unesco anziché a un maltese? Povera Sicilia e povera Lentini. Informatevi meglio! avv. Salvo Liggieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com