breaking news

RETATA ANTIDROGA ALL’ALBA DI OGGI

26 Ottobre 2010 | by Redazione Webmarte
RETATA ANTIDROGA ALL’ALBA DI OGGI
Cronaca
0

Intercettazioni telefoniche, ambientali, riprese video e un’attenta attività investigativa. Così la Squadra Mobile di Siracusa ha sgominato una banda di presunti pusher. 8 gli arresti nell’ambito dell’operazione Dedalo. In manette sono finiti Agostino Urso, 53 anni, pregiudicato siracusano, Giuseppe Freddura, 24 anni, già noto alla giustizia, Maikol Pizzo, 22 anni, siracusano, incensurato, Alfio Fabio Sciuto, catanese pregiudicato di 33 anni, Vincenzo Vindigni, 56 anni, di Pachino, Concetto Ferrera, 55 anni di Catania. Manette anche ai polsi di due donne che avrebbero avuto comune un ruolo chiave. Sebastiana Cappuccio, 26 anni , di Siracusa e Claudia Salemi, 23 anni, siracusana. Secondo quanto appurato dalle forze dell’ordine il gruppo avrebbe acquistato droga, nello specifico cocaina a Catania, per poi spacciarla a Siracusa e in alcuni comuni della provincia, soprattutto all’interno di pub e locali molto frequentati dai giovani. I fatti contestati agli arrestati risalgono al periodo che da da giugno 2008 a marzo 2009. La retata è scattata nelle prime ore di oggi. Gli uomini della Mobile si sono avvalsi anche della collaborazione della Squadra Cinofili Antidroga della Questura di Catania e del commissariato di Pachino.  Per parlare di droga, sarebbe emerso dalle intercettazioni telefoniche, i presunti pusher utilizzavano un linguaggio cifrato. Nel corso delle indagini sono stati sequestrati 150 grammi di cocaina mentre 5 persone sono state arrestate in flagranza di reato. Urso e Vindigni si sarebbero riforniti dai catanesi Ferrera e Sciuto. Il mercato da rifornire era quello di Siracusa e Pachino. Gli altri avrebbero a vario titolo alimentato l’attività illecita, spacciando direttamente o coprendo gli altri. Le donne, in particolare, sarebbero state incaricate di rifornirsi di stupefacente a Catania e di portarlo in provincia. Un modo, secondo i presunti pusher, per dare meno nell’occhio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com