breaking news

Augusta| RIDATECI LE NOSTRE STATUE

Augusta| RIDATECI LE NOSTRE STATUE
Attualità
'
0

Restituire le statue della Chiesa Madre alla città di Augusta. A lanciare l’appello è “Italia Nostra Onlus” che ha inviato recentemente una lettera alla Sovrintendenza di Siracusa in cui si chiede istituzione di un tavolo tecnico affinché venga elaborato un progetto volto al recupero delle due statue raffiguranti San Domenico e San Giuseppe, per diversi secoli collocate sulla facciata della Chiesa Madre di Augusta e rimosse a seguito dei lavori di ristrutturazione del Duomo gravemente danneggiato dal sisma del 1990. Dopo il completamento dei lavori i due monumenti non vennero più rimessi sul prospetto del dell’edificio, così come le fiamme in decoro poste in alto della stessa chiesa, oltre alla campana conservata all’interno della chiesa. Attualmente si trovano conservate dentro due contenitori di ferro, in condizioni precarie, depositati dentro un sito comunale lungo la strada provinciale 1 Augusta-Brucoli. “Dopo gli interventi per il recupero e la ristrutturazione esterna della Chiesa Madre di Augusta – afferma una nota di “Italia Nostra Onlus” – occorre completare l’opera di restauro e di recupero dell’intero edificio di culto affinché il prospetto del Duomo torni al suo antico splendore, con le due statue benedicenti la piazza. L’ipotesi migliore sarebbe – continua la nota – prevedere il consolidamento ed il ricollocamento delle statue nel loro luogo originario e, in accordo con la Sovrintendenza, procedere alla loro ripulitura e restauro, togliendole dall’attuale stato di degrado in cui versano oggi. In alternativa, si potrebbero collocare sulla facciata della chiesa due copie identiche in resina e marmo, più leggere e più adatte alla sismicità del nostro territorio. Urge pertanto – conclude la nota – un intervento volto a tutelare e restituire queste due statue che, con la loro maestosità e grazia, aiutano i fedeli e i visitatori a raccogliersi in meditazione.”

Federico Tringali

Visualizzazioni: 291

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *