breaking news

RIGORE E SVILUPPO NEL PIANO CASA

RIGORE E SVILUPPO NEL PIANO CASA
Attualità
0

Messa in sicurezza e riduzione del rischio sismico oltre alla riqualificazione del patrimonio edilizio esistente. Queste le direttrici della proposta di delibera per il Consiglio Comunale, che definisce i limiti di applicabilità sul territorio siracusano del Piano Casa, presentata questa mattina  dal sindaco, Visentin, e dall’assessore all’Urbanistica, Tabacco ai rappresentanti degli Enti economici, degli ordini professionali, delle organizzazioni sindacali e di categoria. “Il piano d’intervento urbanistico- ha detto Visentin- che vuole coniugare rigore e sviluppo. Doveroso escludere o limitare l’applicazione della legge in tutti quei casi e in quelle aree dove l’utilizzo della norma avrebbe comportato effetti negativi sul territorio. La proposta andrà domani sera in aula per l’approvazione. La legge regionale sul Piano Casa consente per gli edifici ultimati entro il 31 dicembre 2009, l’ampliamento nei limiti del 20% del volume esistente: si deve trattare di edifici con tipologia unifamiliare o bifamiliare ad uso residenziale o uffici; consente inoltre la demolizione e Ricostruzione degli edifici residenziali ultimati entro la stessa data, con un aumento fino al 25% del volume, qualora si utilizzino tecniche costruttive di bioedilizia e un ulteriore incrementato del 10%, quindi fino al 35%, qualora siano adottati sistemi che utilizzino fonti di energie rinnovabili che consentano l’autonomia energetica degli edifici.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com