breaking news

RIMPASTI, EFFETTO “GAMBERO”

RIMPASTI, EFFETTO “GAMBERO”
Politica
0

Si rischia di tornare indietro nelle trattative in corso nel Centrodestra per il rimpasto della giunta comunale e di quella provinciale. Il fermento politico che riguarda il Pdl nazionale, con la possibile rottura tra l’ex An e Forza Italia avrebbe delle ripercussioni anche a livello locale, anche perché in provincia di Siracusa in realtà il progetto di un partito unico non è mai perfettamente riuscito, tanto che al Comune, ad esempio, non si riesce ancora a comporre il gruppo consiliare unico, mentre al consiglio provinciale, dove il Pdl è unito formalmente, si sono già verificati episodi in cui le parole del vice capogruppo, Andolina sono state poi smentite dal capogruppo, Amato. Al di là di questo, gli ostacoli nella maggioranza continuano ad essere diversi e impediscono la ricomposizione delle due squadre, quella di Roberto Visentin e quella di Nicola Bono. Il vertice che si è svolto ieri mattina non ha visto la partecipazione di diversi “Big” della politica locale, a partire da Enzo Vinciullo, Fabio Granata e Titti Bufardeci. Assenze in qualche caso motivate da altri concomitanti impegni, in altri da una scelta precisa. Cosi’ per Enzo Vinciullo che, prima di sedere al tavolo provinciale , fa presente- ritiene che si debba fare chiarezza all’interno del Pdl, dove non ci sarebbe ancora una linea comune e che non si sarebbe mai riunito nella sua interezza. Serve innanzitutto- fa presente oggi il deputato regionale-un coordinatore provinciale. Ma il problema sarebbe anche legato al mancato rispeto, secondo la componente che fa riferimento a Vinciullo -di impegni assunti anni fa a Floridia, Carlentini e Rosolini da parte dell’area di Forza Italia. Tornando alle trattative, se sembrava ormai quasi scontato che al Comune l’Mpa dovesse cedere un assessorato all’Udc per mantenere la presidenza del consiglio comunale, retto da Edy Bandiera e che l’Udc ottenesse quindi, come chiede, un assessore in più e la vice sindacatura, adesso le cose non sembrano più così chiare, tanto che ieri il commissario degli autonomisti Jano Burgaretta ha chiesto il rinvio della discussione. L’incontro è stato quindi posticipato al prossimo venerdi. Nel partito di Lombardo rimangono posizioni ben distinte. A quel punto anche la vicenda nazionale che riguarda il Pdl dovrebbe essere definita e rimarranno solo le beghe locali, non poche per la verità, da affrontare. Le indiscrezioni che circolano non sono diverse da quelle delle scorse settimane. Sembrerebbe dunque confermato, per fare solo un esempio, l’ingresso o meglio il rientro in giunta di Antonello Liuzzo di Polietica Cristiana che in qualche modo si riappacifica quindi con Forza Italia. La questione Provincia non è stata invece affrontata affatto durante la riunione di ieri, sebbene l’urgenza riguardi proprio l’ente di via Roma, con la giunta “monca” di due assessori che andrebbero sostituiti per consentire uno svolgimento a pieno regime dell’attività dell’esecutivo di Nicola Bono.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com