breaking news

RINVENUTE ARMI E MUNIZIONI

RINVENUTE ARMI E MUNIZIONI
Cronaca
0

Piccolo arsenale rinvenuto nell’abitazione di un uomo di Noto. In manette, per il reato di fabbricazione, detenzione di armi e munizioni e di prodotti esplodenti, è finito Salvatore Fiaschè, 51 anni, di origine catanese ma residente a Noto, pregiudicato per reati contro il patrimonio,  gia’ colpito da foglio di via obbligatorio dal comune di Pescara. Nella notte, intorno alle 4.00, ad Avola, i Carabinieri lo hanno individuato durante un posto di controllo e hanno perquisito la sua autovettura, rinvenendo all’interno due buste contenenti 73 cartucce per pistola di vario calibro. I militari hanno informato gli uomini dell’aliquota operativa, l’organo investigativo della compagnia di Noto e successivamente la perquisizione è stata estesa all’abitazione di Fiaschè, dove sono state rinvenute armi originariamente a salve e successivamente modificate, numerosi proiettili di vario calibro per pistola, silenziatore artigianale, strumenti vari per caricare le cartucce e materiale vario per punzonare, modificare e fabbricare armi. L’arresto è significativo – riferisce il Capitano Massimo Corradetti, Comandante della Compagnia di Noto – poiché consente di interrompere l’attività illecita ed occulta di costruzione e modifica di armi posta in essere dall’uomo. Da quanto appurato nell’operazione, Fiaschè è un fine artigiano capace di trasformare un semplice tubo di ferro in canna per pistole e fucili. Ora sono in corso indagini approfondite per verificare a chi erano dirette le prestazioni dell’armaiolo illegale; i carabinieri contano così di porre un freno alla vendita di armi clandestine ad Avola e Noto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com