breaking news

RIQUALIFICATO IL LITORALE DI ASPARANO

RIQUALIFICATO IL LITORALE DI ASPARANO
Attualità
0

Interventi di riqualificazione presso il litorale di Asparano. A darne notizia è la Capitaneria di Porto-Guardia Costiera di Siracusa. Nell’ambito delle attività per migliorare l’accessibilità di alcuni tratti del litorale compreso fra Portopalo di Capo Passero e Marina di Melilli, è stata presa in esame, già a partire dallo scorso mese di aprile, la situazione del litorale davanti via della Murena denominato “Asparano”, nei pressi di Ognina. Questa località, durante la stagione estiva, è interessata da un considerevole flusso veicolare che determina spesso problemi per la sicura fruizione, da parte dei numerosi bagnanti, delle aree demaniali marittime, in stato di degrado, insieme alla retrostante proprietà privata, in quanto interessate dalla presenza di sterpaglia e di rifiuti di vario genere. La sosta abusiva viene perpetrata anche attraverso roulotte e camper che – dice la Capitaneria di Porto – oltre a possibili implicazioni di carattere igienico – sanitario, rappresentano un ostacolo alla fruizione degli ambiti demaniali marittimi da parte dei bagnanti. La Società proprietaria delle aree private adiacenti a quelle demaniali ha per questo effettuato dgli interventi: posizionamento di opere di interdizione, per lo più massi naturali,  per impedire la pericolosa circolazione e la sosta abusiva di autoveicoli e il campeggio. I massi sono stati posizionati in modo tale da consentire l’accesso di “passeggini” e sedie a rotelle. Pulizia dalla sterpaglia, aumentando così gli spazi che in area privata saranno utilizzabili come aree di sosta dei veicoli. A coronamento degli interventi la Capitaneria di Porto ha preso contatti con i volontari dell’Associazione Nuova Acropoli, che già ieri pomeriggio hanno cominciato la pulizia delle aree demaniali marittime a cui seguirà, nei prossimi giorni, quella da parte della Provincia Regionale di Siracusa.  L‘auspicio della Capitaneria di Porto è che a seguito degli interventi di riqualificazione si attivi un circolo virtuoso che veda: un aumento del senso civico di coloro che, pur fruendo della zona, vi abbandonano rifiuti di ogni tipo; un contributo di idee da parte dei cittadini e delle associazioni ambientaliste che potrebbero “adottare” il sito preservandone bellezza ed unicità; un aumento – anche nel periodo invernale – della fruizione della zona da parte di famiglie ed amanti della bicicletta: non va dimenticato, infatti, che a seguito dell’interdizione del transito veicolare, le aree demaniali marittime potranno essere utilizzate in sicurezza come pista ciclabile o passeggiata pedonale che, partendo dal Golfo di Ognina, consentirà di raggiungere Punta Arenella attraverso un paesaggio costiero unico. (pri)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com