breaking news

RIQUALIFICAZIONE DELLE SALINE,PASSA IN GUNTA LA PROPOSTA DI ACCOLLA E FRATERRIGO

RIQUALIFICAZIONE DELLE SALINE,PASSA IN GUNTA LA PROPOSTA DI ACCOLLA E FRATERRIGO
Attualità
0

La riqualificazione delle zone umide con la costituzione del ‘Parco Ornitologico delle Saline di Augusta’, e la realizzazione del ‘Museo del Sale’, per valorizzarne il ruolo tanto sotto il profilo della tutela naturalistica che su quello della testimonianza storica delle attività di produzione del sale che in esse si svolgevano.L’Amministrazione comunale ha delineato così il futuro delle Saline di Augusta approvando, su proposta degli assessori Accolla e Fraterrigo, una delibera che contiene gli indirizzi per la rielaborazione di un vecchio progetto, redatto nell’ambito del vecchio Piano di Risanamento Ambientale.La delibera prevede che il progetto sia redatto nel rispetto assoluto della tutela dell’habitat delle specie di uccelli che dimorano nei diversi periodi dell’anno e della delicata e rara flora alofila presente, ed in particolare che siano rispettate le prescrizioni e gli indirizzi del Piano di gestione Siti Natura 2000, ‘Saline di Augusta SIC 090014’ elaborato dalla Provincia regionale di Siracusa e finalizzato al mantenimento o il ripristino, in uno stato di conservazione soddisfacente, degli habitat naturali e delle specie di fauna e di flora di interesse comunitario.Il progetto comprende la costituzione del ‘Parco ornitologico delle Saline’ quale strumento di valorizzazione del patrimonio naturalistico, ma anche storico e culturale che il sito rappresenta per la città, e interesserà tanto le saline Regina, che le saline ‘Migneco-Lavaggi’e prevederà le misure necessarie per contenere i fenomeni di degrado dell’area e garantire il ricambio delle acque e gli adeguati interventi necessari per la regolazione e la gestione dei livelli idrici dei pantani.Nell’area delle saline Regina, sarà realizzato un collegamento pedo-ciclabile tra l’area dell’ex campo containers e il nuovo lungomare Rossini, nel rispetto delle caratteristiche dei luoghi e nella tutela dell’habitat delle specie animali e vegetali presenti nella zona nei vari periodi dell’anno.Nell’area delle saline ‘Migneco-Lavaggi’ sarà ripristinata un’area di produzione del sale, a scopo dimostrativo e di testimonianza storica.Nella parte già compromessa da interramento sarà realizzato un edificio, con tipologia adeguata, destinato a sede del Centro di educazione ambientale e del ‘Museo del sale’, in cui ospitare documenti e macchinari, relativi alla storia delle saline.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com