breaking news

Lentini | Ristrutturazione palazzo Scammacca, approvato il progetto esecutivo

29 Ottobre 2019 | by Silvio Breci
Lentini | Ristrutturazione palazzo Scammacca, approvato il progetto esecutivo
Attualità
'
0

L’intervento finanziato con i fondi della legge post terremoto per quasi due milioni e 200 mila euro. Progetto adeguato al nuovo prezziario unico regionale.

Palazzo municipale verso il recupero. Decisivo passo in avanti verso la ristrutturazione del palazzo municipale. La giunta ha infatti riapprovato il progetto esecutivo dell’intervento di recupero e conservazione dopo avere adeguato gli elaborati tecnico-contabili al nuovo prezziario unico regionale per i lavori pubblici entrato in vigore lo scorso gennaio. Insieme alla riqualificazione urbana del colle Tirone e dei quartieri Roggio e San Paolo e all’ammodernamento di via Etnea (lavori avviati proprio nei giorni scorsi), la ristrutturazione del palazzo municipale è una delle tre opere pubbliche più attese negli ultimi decenni. Comporteranno un investimento complessivo di oltre 9 milioni di euro.

A breve la gara d’appalto. Per il recupero dell’ex Palazzo Scammacca è disponibile un finanziamento di 2.139.207 euro concesso nell’ambito dei fondi della legge 433 del 1991 per la ricostruzione dei centri colpiti dal terremoto della notte di Santa Lucia del 1990. Con l’approvazione del progetto esecutivo si apre di fatto la strada alla gara d’appalto che dovrebbe essere espletata a breve dalla nuova Centrale unica di committenza cui lo scorso maggio ha aderito il Comune, ovvero il “Consorzio Tirreno Ecosviluppo 2000”, stazione appaltante che gestisce gare d’appalto per conto di più pubbliche amministrazioni.

Amministrazione soddisfatta. «Con l’approvazione del progetto – sottolinea il vicesindaco e assessore ai lavori pubblici Alessio Valenti – ultimiamo l’iter propedeutico alla gara che consentirà finalmente di ristrutturare un edificio fondamentale per la città, non solo sotto l’aspetto amministrativo ma anche storico e culturale. Dopo il recupero del finanziamento, che ci ha visti impegnati fin dai primi mesi del nostro insediamento, potremo finalmente riconsegnare il Palazzo Scammacca alla città».

© Riproduzione riservata

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *