breaking news

Rubato l’ulivo piantato da SOS Siracusa alla Pillirina. E’ un segnale del fastidio prodotto?

Rubato l’ulivo piantato da SOS Siracusa alla Pillirina. E’ un segnale del fastidio prodotto?
Attualità
0

Sembra essere stato estirpato da ignoti l’alberello d’ulivo piantato lo scorso 12 febbraio in occasione della campagna “Piantiamola il Cemento non ha radici”. A denunciarne la scomparsa è SOS Siracusa, che mette in dubbio la matrice dell’accaduto, non credendo alla mera coincidenza, bensì ad una reazione al “fastidio” prodotto dalle ferme posizioni  controtendenza edificatoria  assunte a tutela di alcune porzioni “sacre” del  territorio urbano, oggetto, altresì,  negli ultimi mesi di diverse manifestazioni pubbliche. Soltanto ieri,infatti, l’unione delle associazioni ambientaliste  e comitati spontanei della città, ha indetto una conferenza stampa a difesa del Piano Paesaggistico e della salvaguardia delle ormai note “varianti della bellezza”. “L’albero, però – si legge nel comunicato prontamente diramato dagli stessi denuncianti – costituisce un’immagine universale ed archetipica, un simbolo potente che vive e si moltiplica, nello spazio e nel tempo, in un’infinita varietà di forme, un’immagine che suscita numerose risonanze in tutti noi fondate su una caratteristica che tutto il mondo vegetale, di cui l’albero è simbolo, possiede, ovvero l’immagine di un percorso, inteso come processo di crescita e di evoluzione. Concetti che evidentemente non sono stati recepiti da chi ha avuto il coraggio di rubare una pianta del valore di circa 10 euro, con la pretesa magari di eliminare, insieme al simbolo, anche la speranza che in tutti noi risiede, di un rilancio verde della città di Siracusa”.

Mascia Quadarella

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com