breaking news

RUGBY: ECCO I RISULTATI

12 Dicembre 2011 | by Redazione Webmarte
RUGBY: ECCO I RISULTATI
Sport
0

La serie C siciliana si conferma campionato vivace ed omogeneo.
Il girone 1 vede la capolista del Padua Ragusa alla prima sconfitta stagionale, per mano delle Aquile del Tirreno. Al “Fussazzu” di Milazzo i biancazzurri non riescono ad imporre il proprio gioco come gli era riuscito nelle gare fin qui disputate, ed è quindi la maggior determinazione dei mamertini a prevalere negli 80 minuti. Il risultato finale è di 21 a 13, con mete di Scolaro, Impellizzeri, Amato per i padroni di casa e di Valenti per gli ospiti. Padua quindi fermo a 29 punti in classifica ma che non perde la prima posizione grazie alla contemporanea sconfitta dei “cugini” dell’Audax Clan, che sul terreno di casa subiscono il gioco del Catania 2009 di Trovato, formazione in buon momento di forma e netta rimonta. Al “Petrulli” il finale è di 26 a 10 per gli ospiti, che in classifica si portano a 22 punti, rimanendo quarti ad una lunghezza di distanza del CUS Catania, che a 23 punti raggiunge l’Audax Clan. Per gli universitari vittoria in trasferta a Enna contro le Aquile, che trovano una nuova sconfitta ad opera di una formazione rossazzurra dopo quella di domenica scorsa, che aveva rappresentato per i gialloneri la fine dell’imbattibilità domestica dopo oltre un anno. Dopo un inizio arrembante per il CUS, che aveva chiuso la prima frazione di gioco in vantaggio per 12 a 6 grazie alle mete di Russo e Sardella, sono state le Aquile Enna a rifarsi sotto, portandosi in vantaggio per 13 a 12 grazie alla meta del neo-entrato Giunta, peraltro espulso in seguito ad un improperio proferito dallo stesso durante l’esultanza per la marcatura. Nonostante il duro colpo subito dall’ala etnea Messina, che viene portato fuori dal terreno di gioco in ambulanza per quella che fortunatamente si rivelerà solo una forte contusione, il CUS continua a macinare gioco, venendo premiato dal risultato finale di 19 a 13, meta decisiva di Sardella al 22esimo della ripresa. “Punto di consolazione” per le Aquile, che rimangono terz’ultime a 4 lunghezze. Vittoria senza fatica e sorpasso in classifica per il Misterbianco, che allo Sperone di Messina non deve nemmeno scendere in campo per conquistare i 5 punti in classifica: ciò dovuto all’assenza del medico sociale dei padroni di casa della Logaritmo Messina, cosa che, regolamento alla mano, impedisce il regolare inizio della partita. Se la vittoria a tavolino sarà confermata dal Giudice Sportivo, gli etnei abbandoneranno il segno negativo e l’ultima posizione, portandosi a 3 punti, mentre proprio i peloritani andranno in fondo alla classifica, trovandosi in seguito alla penalizzazione il segno “-” davanti ai 2 punti sin qui conquistati in classifica.
Nel girone 2 rimane invece imbattuta la capolista: al “Goretti” di Catania però non è vittoria facile per la Union Messina, che fatica con i padroni di casa dei Briganti Librino. Il finale di 10 a 17 lascia l’amaro in bocca ai catanesi in maglia rossa, che però, grazie anche al punto di bonus difensivo, rimangono terzi in classifica a 21 punti, mentre sono 32 i punti che al momento valgono ai peloritani la prima piazza. Altra partita di cartello il derby aretuseo, che a Siracusa vede i padroni di casa della Syrako imporsi con un netto 31 a 9 che però mente sulla pervicacia e buona volontà degli ospiti dello Xiridia, fra i quali spicca il giovanissimo (classe ’93) Andrea Zappulla. È l’esperienza a valere vittoria e 5 punti in classifica alla Syrako, quarta a 18 lunghezze. Alle sue spalle, sorpasso della Miraglia Agrigento ai danni dell’Iron Team Palermo in quello che è il derby rugbystico della Sicilia occidentale. Il finale di 21 a 19 premia sul comunale di Realmonte i padroni di casa, che vanno a 13 punti mentre il bonus difensivo porta l’Iron Team a 12. Nel tardo pomeriggio sotto le luci artificiali del “Pian del Lago” di Caltanissetta 5 punti facili per la Nissa, che regola per 103 a 3 l’Amatori Enna. I padroni di casa si confermano così secondi in classifica a 27 punti.
Incontri che si annunciano decisivi domenica prossima: Padua Ragusa  – Catania 2009 e Aquile del Tirreno – Audax Clan promettono spettacolo, mentre nel girone 2 in palio la prima piazza in Nissa – Union Messina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com