breaking news

RUGBY: SESTA DI CAMPIONATO REGIONALE DI SERIE C. ECCO I RISULTATI

28 Novembre 2011 | by Redazione Webmarte
RUGBY: SESTA DI CAMPIONATO REGIONALE DI SERIE C. ECCO I RISULTATI
Sport
0

La sesta giornata del Campionato Regionale di Serie C si apre con un minuto di silenzio, in memoria delle vittime dell’alluvione che ha colpito la provincia di Messina, su decisione del Coordinatore Regionale Arbitri, Maurizio Costantino, e del Presidente del Comitato Regionale FIR, Gianni Amore.
 Girone 1 che vede rinviato il match clou, CUS Catania – Aquile del Tirreno: i ragazzi di Barcellona e Milazzo sono impegnati in una partita più importante, al servizio della propria comunità, con le tute e le maglie delle proprie società, sin dall’immediatezza dell’alluvione. Per il momento al pallone si sono sostituite pale e badili, e ai ragazzi delle Aquile e del Club Rugby Barcellona si sono uniti anche gli atleti dell’Amatori Messina e della Logaritmo Messina, oltre a singoli e gruppi di rugbysti di tutte le province e ai “cugini” del football americano.
Si gioca invece a Ragusa, dove entrambe le formazioni iblee di C hanno disputato la propria gara al campo di atletica “Petrulli”. E prima delle gare è uno striscione che appare a centrocampo, portato dai giocatori delle due compagini ragusane e dall’arbitro catanese Marcello Laudani in rappresentanza della propria categoria: «Noi siciliani siamo un popolo fiero, nessuna calamità ci potrà fermare! Ragusa non dimentica le vittime dell’alluvione», recita la scritta.
Misterbianco – Audax Clan si gioca nel capoluogo ibleo per temporanea indisponibilità del “Toruccio La Piana”, con i ragusani che ipotecano i 5 punti già nel primo tempo, con 5 mete (di cui tre trasformate) nei primi 40 minuti, mentre proprio sullo scadere della prima frazione è il Misterbianco a mettere a segno gli unici punti della giornata, meta trasformata su azione dei trequarti dopo una touche conquistata a cinque metri dalla linea di meta. Secondo tempo un po’ nervoso con una ammonizione per parte, e ancora due mete per l’Audax Clan, l’ultima delle quali a cinque minuti dal fischio finale messa a segno dal “veterano” e Vice Presidente della società iblea Erman Dinatale, che fissa il risultato finale sul 45 a 7. Uomo partita il numero 12 ragusano Adriano Scrofani, due mete il suo personale bottino. Invariata la posizione in classifica per le maglie nere a 23 punti, alle spalle della capolista Padua Ragusa. Partita facile per i ragusani contro le Aquile Enna: otto le mete messe a segno, di Antonio Modica (2), Gabriele Calamaro (2), Paolo Iacono,  Enoc Valenti,  Andrea Solarino, Giovanni Tumino. Match winner il mediano di mischia ibleo Saro Di Maria e 29 punti in classifica per la propria squadra che prosegue la corsa verso i play off promozione. Chiude il programma del girone al “Goretti” il match Catania 2009 – Logaritmo Messina: i ragazzi di Trovato conquistano 5 punti in classifica grazie alle 4 mete messe a segno, una quella dei peloritani. Rossazzurri ancora quinti a 13 punti dietro il CUS Catania, Logaritmo sempre penultima con 2 punti e tanta voglia di “muovere” la propria classifica nelle prossime partite.
 Nel girone 2 la partita del giorno è indubbiamente Nissa – Briganti Librino, che finisce con una spartizione della posta assolutamente equa: al “Pian del Lago” 20 punti e tre mete per parte in una partita caratterizzata dalla tenacia delle due formazioni. Nulla da recriminare per i due XV anche se qualche errore in meno per le maglie rosse etnee nei piazzati avrebbe potuto fruttare il sorpasso in classifica, con la Nissa che rimane seconda a 22 punti inseguita dai catanesi a due lunghezze di distanza. Rafforza il primato in classifica con 28 punti la Union Messina: 36 a 20 il finale allo “Sperone” per i padroni di casa con l’Iron Team, ma il computo mete di 6 a 3 mente sulla tenacia degli ospiti che hanno lottato per tutti gli 80 minuti senza smettere di crederci. Posizione in classifica invariata per i palermitani, sempre quarti a 11 punti. Ha chiuso a metà pomeriggio una partita dagli esiti tutt’altro che certi: Xiridia – Miraglia prometteva spettacolo e così è stato. Allo “Spintuzzo” di Floridia ospiti in vantaggio dopo solo cinque minuti, meta (non trasformata) di Gianluca Agozzino. Un quarto d’ora dopo è lo Xiridia a farsi sotto: un piazzato porta il tabellino sul 3 – 5. Sorpasso che non si fa attendere: i siracusani ci credono e una meta non trasformata li porta in vantaggio per 8 a 5. Partita che si risolve nel secondo tempo: per gli agrigentini è il “solito” Marco Mazza che con una corsa di 40 metri poggia il pallone nell’area di meta avversaria. La trasformazione di Vitello fissa il risultato sul 12 a 8, che rimane invariato alla dopo un finale combattuto e sofferto. Il punto del bonus difensivo porta lo Xiridia a -3, mentre la Miraglia con 9 punti conquista la quinta piazza ai danni del Syrako, che rimane a 8 punti non avendo potuto disputare la prevista partita in trasferta con l’Amatori Enna per il perdurare dell’indisponibilità del Comunale di Pergusa.
 Prossimo turno l’11 dicembre, con incontri di cartello Aquile del Tirreno – Padua Ragusa nel girone 1 e Briganti Librino – Union Messina nel girone 2.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com