breaking news

SABATO LA NOTTE DELLA “CULTURA”

SABATO LA NOTTE DELLA “CULTURA”
Cultura
0

“Registro con molto piacere la risposta della città a questo grande appuntamento culturale che Siracusa sta onorando nel rispetto delle sue grandi tradizioni. Da diversi giorni la maggior parte degli esercizi commerciali ospitano al loro interno e nelle loro vetrine libri e pubblicazioni, a suggellare questo legame forte della città con la cultura. Adesso tutta la nostra attenzione è concentrata sulla “Notte della cultura” in programma sabato sera alla quale hanno aderito gli esercizi commerciali del centro storico che per l’occasione rimarranno aperti oltre il consueto orario. Quanti verranno in Ortigia vivranno così una serata di autentica cultura ed avranno inoltre la possibilità di fare shopping fino a tardi. Per Siracusa si tratta di uno novità assoluta”.
Lo dichiara l’assessore alle Politiche culturali, Mariella Muti.
La “Notte della cultura” prevede diverse inizitive articolate nel centro storico. Tra queste una “tenzone” inventata tra Consolo e Vittorini che sarà portata in scena dal Teatro dei pupi Mauceri- Vaccaro; una lectio magistralis di Giuseppe Fornari (Università di Bergamo) sul Seppellimento di santa Lucia di Caravaggio; ed ancora letture, rappresentazioni, mostre, concerti di musica classica e popolare, degustazioni di prodotti e cibo di strada.
A Siracusa la XIV edizione della “Settimana della cultura” ha ricordato la figura e le opere di Vincenzo Consolo, messinese di nascita e siracusano di elezione. Lo ha fatto con un convegno che ha visto la partecipazione di Enzo Papa e di Concetto Prestifilippo, una mostra fotografica del maestro Giuseppe Leone sull’autore, ospitata all’ex Convento del Ritiro, e della quale è stato pubblicato un catalogo.
La Settimana della cultura continuerà ad essere un susseguirsi di iniziative realizzate con la collaborazione gratuita delle decine di associazioni siracusane. Sono previste visite guidate in alcuni dei luoghi più suggestivi della città, conferenze, mostre e spettacoli. Ed ancora le “letture ad alta voce” del Sistema bibliotecario regionale; una applicazione delle scoperte di Archimede ai problemi della modernità; le mostre estemporanee in via Roma e via Cavour; le visite al Museo del mare di via Gaetano Zummo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com