breaking news

SANITA’- CONFRONTO CON L’ASSESSORE REGIONALE

SANITA’- CONFRONTO CON L’ASSESSORE REGIONALE
Attualità
0

Tappa siracusana oggi per l’assessore regionale alla Sanità, Massimo Russo. In mattinata l’esponente della giunta di Raffaele Lombardo ha effettuato due veloci sopralluoghi presso gli ospedali di Lentini e Augusta, accompagnato dai deputati regionali siracusani e da alcuni sindaci. Nel pomeriggio, il confronto con i primi cittadini, i sindacati,associazioni e singoli cittadini sui problemi della sanità pubblica della provincia di Siracusa. Stando alle dichiarazioni rilasciate da Russo ai nostri microfoni, il suo assessorato non sembrerebbe intenzionato a rivedere le scelte effettuate nell’ambito del piano di rientro dalla spesa sanitaria pubblica siciliana e che include, tra gli altri provvedimenti, l’accorpamento degli ospedali di Lentini e Augusta e la soppressione di alcune unità operative del Muscatello, a partire da Ginecologia e Ostetrica. Ci sarebbero però anche delle notizie rassicuranti. Così sostiene, ad esempio, la Cgil al termine dell’incontro con Russo. Tra le richieste avanzate, il rafforzamento dei presìdi ambulatoriali, con la strumentazione di diagnostica (dalla mammografia alla Tac) e il mantenimento del numero dei posti letto. Per il Muscatello di Augusta, in particolare, Russo avrebbe garantito i15 milioni di euro previsti, di cui due dovrebbero essere destinati al potenziamento del pronto soccorso e 13 per la nuova ala. “Non eccepiamo l’unificazione di Noto-Avola- puntualizza Enrico Tamburella –  purchè venga garantita una divisione dei posti letto, dei servizi al cittadino distribuiti in base alle esigenze della popolazione e della specificità del territorio, comprendendo anche il potenziamento della Riabilitazione, uno dei punti deboli”.A Lentini dovrebbe essere mantenuto L’Utic.La Regione avrebbe inoltre garantito lo stanziamento di 140 milioni di euro per la costruzione del nuovo ospedale di Siracusa, da stanziare nell’ambito del piano di finanziamento nazionale di nuove strutture. Fondi, quindi, come trapelato già nei mesi passati, con fondi pubblici e con il tramonto definitivo dell’ipotesi del project financing, il finanziamento misto pubblico-privato. All’Umberto Primo, inoltre, stando a quanto dichiarato dall’assessore regionale Titti Bufardeci,  dovrebbe essere istituito un pronto soccorso ostetrico e avanzato il livello del reparto di Ginecologia e Ostetricia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com