breaking news

SANITA’-FRONTE COMUNE

SANITA’-FRONTE COMUNE
Attualità
0

Direttivo “itinerante” oggi per la Cgil di Siracusa che, come annunciato ieri, questa mattina ha fatto tappa ad Augusta per discutere soprattutto dei problemi legati al destino della sanità pubblica di questa area della provincia. Per il sindacato il “tema prioritario è il lavoro, vera emergenza sociale che coinvolge tutti, senza distinzione di età e di genere, e che investe tutti i settori produttivi, dall’industria all’agricoltura, dal turismo al commercio, dall’edilizia al terziario, dal pubblico al privato, ma continueremo a sostenere le battaglie dei cittadini anche per una sanità migliore e per evitare che la riforma del settore in Sicilia, nella nostra provincia si traduca in tagli a agli ospedali di Noto, Avola, Lentini e Augusta. Della questione i rappresentanti del sindacato, Enrico Tamburella in testa, hanno discusso ieri mattina con il sindaco, Massimo Carrubba, il presidente di Legambiente Sicilia, Enzo Parisi e il vice presidente di Api Sicilia, Nello Lentini.  Parisi ha posto l’accento sui ritardi delle bonifiche e del piano di risanamento ambientale; Nello Lentini ha dato la piena approvazione agli argomenti sollevati dalla Cgil e ha dato la propria disponibilità a partecipare alle iniziative che il sindacato metterà in atto a partire da quella unitaria del 21 giugno; Massimo Carrubba, che ha condiviso l’impostazione e le proposte sindacali, ha usato parole forti sulla sanità augustana, annunciando iniziative di mobilitazione.Il tema della sanità è stato affrontato in particolare da Mariella Maggio, segretario regionale Cgil nella sua relazione conclusiva. “I temi affrontati oggi – ha annunciato – stanno tutti insieme nella logica complessiva dello sviluppo che per Augusta non è solo industria, ma è anche il porto, è anche la bonifica che non solo serve al risanamento dell’ambiente, ma è anche basilare per nuovi investimenti. Ma la vera battaglia è la sanità: in una zona in cui alto è il tasso tumorale non è pensabile la riduzione dell’ospedale che anzi deve essere potenziato e specie per quelle patologie legate all’industria”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com