breaking news

SCOPERTO UN ANTICO IPOGEO TRASFORMATO IN PORCILAIA DA UN ALLEVATORE

SCOPERTO UN ANTICO IPOGEO TRASFORMATO IN PORCILAIA DA UN ALLEVATORE
Cronaca
0

Scoperto l’utilizzo abusivo di un ipogeo funerario adibito a porcilaia, grazie ad  un’operazione congiunta della Soprintendenza di Siracusa U.O. VIII Beni Archeologici con il Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale sezione di Siracusa. In seguito ai rilevamenti effettuati sul sito interessato dalla presenza di una necropoli bizantina, costituita da tombe ad arcosolio nonché da piccole catacombe scavate nella balza rocciosa, i militari  hanno riscontrato che un grande ipogeo costituito da gallerie di arcosoli polisomi, da sarcofagi risparmiati nella roccia, orginariamenti ricoperti a baldacchino, era stato trasformato in ricovero per animali da un allevatore del luogo. L’uomo non soltanto aveva utilizzato impropriamente l’ipogeo ma ne aveva modificato la struttura interna per riadattarla alle esigenze della sua attività, realizzando una chiusura in rete metallica incardinata su un battuto cementizio, con cui aveva inoltre costruito una soglia all’ingresso della catacomba modificandone la sua originaria morfologia. All’interno risultavano collocati recipienti con funzione di abbeveratoi e tutto il fondo della catacomba si presentava coperto da sterco e liquami. Considerato che l’area in questione risulta sottoposta a formale provvedimento di vincolo archeologico dal 1990, il proprietario del terreno è stato denunciato all’autorità competente per violazione degli obblighi conservativi stabiliti dall’art. 30 del vigente Codice dei Beni Culturali, mentre per l’allevatore è scattata la denuncia per le opere abusivamente realizzate nonché il danneggiamento del patrimonio archeologico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com