breaking news

SEQUESTRATE DUE PREGIATE ANFORE

SEQUESTRATE DUE PREGIATE ANFORE
Cronaca
0

Due pregiate anfore antiche, di origine etrusca e romana, rinvenuti in un’abitazione privata di Portopalo. Lo hanno scooperto gli uomini della Guardia di Finanza. Nell’ambito di una attività d’indagine, finalizzata al contrasto del commercio illegale dei beni di interesse storico ed archeologico, sono state individuate e sequestrate le due rare anfore antiche. Come stimato dalla Dottoressa Castagnino – Funzionario Direttivo Archeologo del Servizio Beni Archeologici della Soprintendenza ai BB.CC.AA. di Siracusa – si  tratta di due pregevoli esemplari in perfetto stato di conservazione e di sicuro interesse archeologico, che mostrano chiari segni di permanenza in ambiente sottomarino per la presenza diffusa di concrezioni marine. Non si conoscono i dati del contesto del rinvenimento ma i due reperti facevano probabilmente parte di due relitti di navi adibite al trasporto e si pensa appartenessero a due diversi carichi navali, naufragati su fondale misto principalmente di tipo roccioso. Dalle caratteristiche morfometriche e tipologiche delle due anfore è stato possibile stabilire che uno dei reperti è riconducibile al tipo etrusco diffuso principalmente nel Mediterraneo occidentale, in un arco cronologico databile al VI-V secolo a.C., mentre  l’altro, di tipo dello “spatheion” di età romana, è stato prodotto presumibilmente in ambiente periferico delle province dell’Impero Romano, probabilmente nell’Africa proconsolare. Il possessore dei due reperti è stato denunciato dai finanzieri alla Procura della Repubblica di Siracusa per detenzione illecita di beni di interesse storico ed archeologico, mentre le anfore sequestrate, che attualmente vengono custodite presso la caserma della Guardia di Finanza della Tenenza di Noto, verranno successivamente trasferite, su disposizione della Magistratura inquirente, presso il Museo archeologico di Noto dove potranno essere studiate da esperti archeologi ed ammirate da tutti i visitatori.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com