breaking news

SEQUESTRO DEL PESCHERECCIO “ASTRA”, LA SOLIDARIETA’ DEL SINDACO VISENTIN

28 Novembre 2011 | by Redazione Webmarte
SEQUESTRO DEL PESCHERECCIO “ASTRA”, LA SOLIDARIETA’ DEL SINDACO VISENTIN
Attualità
0

Il sindaco di Siracusa, Roberto Visentin, è in costante contatto con il ministero degli Esteri per essere aggiornato sull’evolversi in Libia del sequestro del peschereccio “Astra” e sulle condizioni dei quattro uomini dell’equipaggio.
Stamattina il sindaco Visentin, dopo una telefonata alla Farnesina, si è messo in contatto con Anna Scalisi, moglie del marittimo Pietro Ciotta, per rassicurarla e per dare la massima disponibilità sua e dell’amministrazione comunale per la felice soluzione della vicenda.
Dal ministero degli Esteri arrivano notizie incoraggianti sulle condizioni dei pescatori, ma per il loro ritorno bisognerà attendere qualche giorno, cioè fino al dissequestro del peschereccio. La conferma è arrivata dal console italiano in  Libia, che ha incontrato l’equipaggio una seconda volta e ha riferito a Roma.
“Alla signora Scalisi – ha detto il sindaco Visentin – ho dato la piena solidarietà, riferendo il contenuto della telefona con la Farnesina. I marittimi sono a Misurata e sono liberi di muoversi ma, com’è ovvio, vogliono seguire in ogni passaggio l’iter per il dissequestro dell’imbarcazione. Per loro il peschereccio è lavoro, fonte di reddito e, quindi, è vita.  Naturale che vogliono essere sicuri di riportarlo a casa al più presto. Comunque – conclude il sindaco – la questione è in mano al ministero e ai rappresentanti diplomatici in Libia che tengono ottimi rapporti con le autorità del paese nordafricano”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com