breaking news

SI AL BILANCIO DELLA PROVINCIA

SI AL BILANCIO DELLA PROVINCIA
Politica
0

E’ durata 8 ore la seduta del consiglio provinciale di ieri sera, che Webmarte.tv ha trasmesso per buona parte in diretta web, con un evidente riscontro in termini di contatti, segno che – come ci auguravamo – il servizio da noi offerto, a garanzia della trasparenza viene apprezzato da chi, attraverso il web, può assistere alle sedute degli organismi che decidono per la cosa pubblica. Un risultato che ci incoraggia ad andare avanti su  questa strada. Alla fine della lunga “maratona”, l’assemblea di via del Laberinto ha approvato il Bilancio di previsione 2010 e il Piano Triennale delle Opere pubbliche. Slittata per l’ennesima volta la presentazione della nuova giunta provinciale, che del resto rimane ancora incompleta. Una questione ormai puramente formale, visto che l’accordo interno alla componente di Forza Italia del Pdl sul successore di Ciccio La Ferla, espulso per incompatibilità con Nicky Paci dell’Udc, è stato raggiunto. Lo sostituirà Rino Lazzari, della zona di Augusta,mentre dopo un anno dovrebbe subentrargli Gianni Briante, che rimane per il momento in consiglio provinciale. Aspre le polemiche che si sono registrate ieri in consiglio tra maggioranza e opposizione. Alla fine lo strumento economico, una manovra da 105 milioni di euro, ha ottenuto il via libera e del resto sull’ente pendeva la spada di Damocle del commissariamento da parte della Regione, che aveva già “avvertito” gli uffici con una lettera.  “Da sottolineare – ha commentato il presidente del Consiglio provinciale, Michele Mangiafico – la capacità del Consiglio di evadere, ancora una volta in tempi rapidi, lo strumento finanziario con l’augurio  che alcune rilevanti indicazioni  della minoranza, non accolte nel dibattito sugli emendamenti, possano trovare spazio nell’azione gestionale dell’Amministrazione. Sostanzialmente si avvia a compimento il nostro secondo anno di attività e ci prepariamo, come Consiglio, a presentare, nei prossimi giorni, il bilancio sociale”. Sul piano triennale delle Opere pubbliche, la maggioranza ha ritirato tutti gli emendamenti presentati. Bocciati in toto quelli della minoranza. Nel corso del dibattito, il capogruppo del Pdl, Paolino Amato, ha proposto che venisse messo in discussione un emendamento sull’energia alternativa, impianti fotovoltaici nelle scuole. L’opposizione si è opposta, anche perché, poco prima, il Consiglio aveva deciso di non ammettere gli emendamenti giunti fuori tempo. Un solo emendamento è passato, quello del consigliere Domenico Nigro riguardante l’edificio scolastico comprensivo “Platone” di Palazzolo. Il Bilancio è passato con con 14 sì e 3 no. Sia la manovra economica che il Piano triennale delle opere pubbliche sono immediatamente esecutivi. Il consiglio ha deciso di concovare alcune sedute aperte su temi specifici. La priiima riguarderà il decreto legge sulle intercettazioni. Data ancora da fissare. La seconda avrà luogo venerdi 9 luglio alle 10 a Priolo, al centro diurno di via Mastriangiano. In discussione le problematiche della zona industriale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com