breaking news

Siracusa| 13 dicembre, la carezza dei Vigili del Fuoco a Lucia

14 Dicembre 2018 | by Redazione Webmarte
Siracusa| 13 dicembre, la carezza dei Vigili del Fuoco a Lucia
Cronaca
0

Primo giorno di Festa per i siracusani devoti di Lucia. Intensi momenti di commozione, tra tutti, quest’anno, l’avvicinamento ancor di più dei vigili del fuoco alla Santa che, per mezzo di una donna-pompiere, hanno donato alla Patrona un mazzo di rose rosse calandosi con la scala dal “cielo” verso il simulacro argenteo che emanava luce piena sul sagrato della Cattedrale.

E’ stato il gesto più tenero ed eloquente di questo 13 dicembre 2018. La scala dei Vigili del Fuoco si inchina lentamente in direzione del simulacro argenteo di Santa Lucia sul sagrato della Cattedrale. A debita distanza, sopra la testa di centinaia di devoti, sorvola il cielo un elicottero rosso/bianco. Un secondo inchino alla Santa. Sul carrello della scala mobile, a pochi metri di altezza, ci sono due vigili del fuoco imbardati di tutto punto.

Uno di loro si sfila di colpo il “casco” da lavoro, da cui fuoriesce una folta e fluente chioma. E’ una donna-pompiere, si avvicina a Lucia, le accarezza il viso, le mostra un fascio di rose rosse che poco dopo deporrà ai suoi piedi. La donna-pompiere non riesce a trattenere le lacrime. E nemmeno il pubblico completamente avvinto. L’impatto emotivo è fortissimo. I pompieri rinnovano cosi l’afflato con Lucia dal 1990, dal terribile terremoto della notte del 13 dicembre.

Il simulacro della Patrona rifulge ancora di più sul sagrato della Cattedrale. Innanzi, al pari risplende il sacro reliquiario sorretto dalle portatrici dai foulard verdi attorniate dalla “coccardine”. Complice di tale splendore anche la bella giornata di sole che ha permesso l’affluenza ancor più consistente dei siracusani e dei turisti in Piazza Duomo.  Una composta processione ha poi preso il via verso via Picherali alla volta della Basilica del Sepolocro della Borgata.

Ma prima ancora l’attesissimo discorso dal balcone del Vescovo di Siracusa, Mons Salvatore Pappalardo, incentrato quest’anno sui valori dell’accoglienza e della tolleranza. “Il nostro Paese sta attraversando una lunga crisi economica che ha stremato tante famiglie  – ha declamato l’Arcivescovo di Siracusa –  si aggiunge poi il fenomeno dell’immigrazione con i relativi problemi dell’accoglienza e dell’integrazione di persone che presentano gravi situazioni di estrema povertà, sia economica che morale. Non è di mia competenza esprimere valutazioni di merito circa l’efficienza dei provvedimenti adottati dalle competenti autorità e dai governi di turno; certo è che, come Vescovo, è mio dovere annunciare a tutti la Parola del Vangelo che ci obbliga a vedere nel povero e nel forestiero il volto di Cristo e il fratello che bussa alla nostra porta”. (r.t.)

GUARDA LA DIRETTA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com