breaking news

Siracusa| 2017, barra dritta verso il nostro “Nord”!

31 Dicembre 2016 | by Redazione Webmarte
Siracusa| 2017, barra dritta verso il nostro “Nord”!
Attualità
0

Per Webmarte un anno di successi e di gratificazioni. Dopo Siracusa e Augusta un 2016 col botto anche a Lentini e Carlentini. Cresce l’appeal dei nostri lettori anche dall’estero. E’ stato l’anno della rinascita culturale: riaprono dopo mezzo secolo il Teatro Comunale di Siracusa e Palazzo Beneventano a Lentini. Attendiamo con lo stesso auspicio la resilienza politica ed economica di questa provincia “castigata”.

Ebbene siamo arrivati al 31 dicembre. Tutti d’accordo, il 2016 annus horribilis! (Ma non si era detto cosi anche lo scorso anno e l’anno prima ancora?). Molte privazioni e progetti che non sono andati in porto come si sperava. Un anno luttuoso, dal barbaro omicidio di Don Pippo alla scomparsa del grande Enzo Maiorca.

E’ stato l’anno delle beghe nel PD, delle dimissioni di Renzi, degli scoop urlati su rete nazionali, degli scandali nelle stanze dei bottoni (Firmopoli) e del trionfo dei fake sui social spediti in procura. E’ stato l’anno della democrazia “abusata” oltre modo attraverso Facebook e altri media, basta un click e la minaccia di querela è già bella e servita.

Per Webmarte è stato l’anno dell’espansione verso nord. La famiglia è cresciuta, e in meglio, con l’arrivo di Silvio Breci, Francesco Quadarella e Angelo Fangano che da Lentini e Carlentini (e Francofonte) stanno offrendo il meglio della cronaca e della loro professionalità. Grazie ai loro commenti e alle loro immagini, Webmarte ha confezionato uno dei suoi migliori prodotti editoriali degli ultimi anni conquistando una larga e nuova fetta di lettori. Trampolino di lancio le delicatissime elezioni comunali ed il super toto sindaco a Lentini, ancora prima la tanto attesa apertura di Palazzo Beneventano e dunque la presentazione del relativo documentario, qualche sera fa, nella sua sede naturale. Non ultimo, il bellissimo Concerto di Natale che ha “raggiunto” anche le case degli anziani e di chi, per motivi diversi, non avrebbe potuto assistere all’evento, grazie alla provvidenziale diretta online della troupe di Webmarte di Lentini.

In realtà, per noi, questo 2016 si chiude con parecchi successi e gratificazioni. Lo dico da direttore di questa testata e lo confermo da lettrice visto l’appeal espresso dai nostri followers che punta sempre più verso l’alto. A snocciolare cifre e sondaggi è sicuramente più bravo il nostro direttore editoriale Francesco Carrubba, abile “anima” del marketing radiotelevisivo da oltre 30 anni (e voglio essere buona!) pur vestendo gli umili panni (lo dice lui) dell’operaio/cameraman per la piazza di Augusta.

Tanti auguri anche al “vecchio” Sebastiano Salemi che con dovizia di particolari ci informa giornalmente su fatti, misfatti e personaggi cittadini col suo impareggiabile “fair play” che accompagna anche le sue lunghe dirette al Palajonio da bravo cronista storico di calcio a cinque.  Completa il quadretto familiare un nuovo arrivato, Carlo Nicastro pronto a inviarci, “in men che non si dica”, immagini e foto della cronaca siracusana direttamente dal capoluogo. Non solo cronaca spicciola anche pillole di memoria, vedi l’emozionante speciale Santa Lucia realizzato a quattro mani con Francesco Carrubba, che ha raccolto migliaia di visualizzazioni soprattutto dall’estero.

In generale è stato l’anno della rinascita culturale (attendiamo ancora quella politica ed economica). A Siracusa riapre dopo 58 anni il “Massimo” di Ortigia, a Lentini la perla di Palazzo Beneventano viene riconsegnata alla sua gente, grazie soprattutto all’intervento dell’associazionismo, ad Augusta sono ancora in molti ad attendere la riapertura del colossale tempio della cultura dentro la città, il Kursaal. Magari ci penserà Fiorello!

Meno male che c’è il maestro Marcello Giordani ad alzare il livello in questo immenso deserto culturale, in una città dove non c’è nemmeno un cinema per fortuna c’è un piccolo teatro per volontà dei comuni cittadini che credono nel progetto di Mauro Italia.

Ma di Italia non c’è una sola. Auguri alla nostra bella e brava Michela, a Federico Tringali perché ritorni presto, a Giuseppe Militi e tutti gli amici maltesi.

Auguri a tutti i sindaci, ai nostri politici, sindacalisti, alle associazioni di vario genere e soprattutto a chi “produce” spettacolo, arte e quella cultura che fa mangiare, tanti auguri ai volontari “tutto cuore”, specie a quelli che stanno accanto agli immigrati, a chi soffre negli ospedali e sui marciapiedi all’addiaccio.

Auguri a tutti noi, senza voler dimenticare nessuno, e se lo faccio mi perdoni perché la lista è davvero lunga. Non posso dimenticare però Kita. Porta troppo bene!!!! Insomma auguri di cuore per un 2017 che sappia di Rinascita, di costruzione di un futuro migliore, di passione e gusto al combattimento per non rinunziare mai alle proprie idee e valori. E forse così sarà meglio di quello precedente. Iniziamo bene, sempre insieme. Squadra che vince non si cambia!

ridotto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com