breaking news

Siracusa| 372° Festa di S. Lucia: “il dono”

Siracusa| 372° Festa di S. Lucia: “il dono”
Cronaca
'
0

372° festa per il patrocinio di Santa Lucia di Maggio. 372esima volta che i siracusani ricordano l’invocazione alla patrona in occasione del miracolo del 1646 quando il simulacro argenteo venne posto sull’altare della Cattedrale e, mentre i siracusani pregavano, entrò una colomba. Cresce l’entusiasmo tra i giovani. E c’è un nuovo campanellaio, Giuseppe Frasca, 26 anni,

Ad ogni lancio delle colombe Santa Lucia risponde sempre. Dona. E sarà il dono il senso della festa, la 372°, di Santa Lucia di Maggio. Tutto pronto per la vigilia. Si inizia il 4 con una mostra di Antonio Chiesi e Toni Mazzarella che a conclusione doneranno le loro opere alle chiese, soprattutto di periferia. Sabato 5 la messa mattutina con la traslazione del simulacro dalla Cappella all’altare maggiore della Cattedrale, un momento di grande coinvolgimento, e la sera il concerto della banda Akray Città di Palazzolo sul sagrato della Cattedrale. Domenica 6 officerà la messa Mons Giuseppe Marciante, appena nominato Vescovo di Cefalù, alla sua prima uscita pubblica. Alle 12 il tradizionale lancio delle colombe della società Dioniso. La sera altra antica tradizione, il raduno bandistico Siracusa, Palazzolo, Sortino e Canicattini, in giro per Ortigia e gran finale in Piazza Duomo. 

Altro momento importante legato alla conoscenza dei luoghi di Lucia, la visita guidata per Ortigia. Per l’occasione verrà aperta la chiesa di San Martino, il 9 maggio concerto ispirato al Politicco di S. Martino (riferimento e similitudini con S. Lucia del Caravaggio). Sabato 12, a S. Lucia alla Badia, il concerto di musica e parole con Sebastiano Lo Monaco e l’Orchestra del Liceo “Tommaso Gargallo” di Siracusa. Un “dono” anche quello dell’attore siracusano alla vigilia del suo debutto al Teatro Greco.

il presidente pucci piccione

Domenica 13 la processione dell’Ottava e l’apertura della nicchia. “Una festa importante, che stiamo valorizzando sempre di più e che può diventare la festa di tutte le comunità luciane – annuncia il presidente della Deputazione della Cappella di S Lucia, Pucci Piccione –. Ci sarà infatti una rappresentanza di Erchie, di Belpasso, Carlentini e del comune di Santa Lucia di Serino (Avellino) dove una delegazione della deputazione si recherà dal 17 al 19 agosto con le reliquie.

Mons. Salvatore Marino, parroco della Cattedrale, ha poi approfondito l’aspetto spirituale della 372° festa: “Ci ispireremo all’ultima enciclica di Papa Francesco sulla santità: tutti siamo chiamati a vivere questa dimensione di santità di Lucia. L’ottica profonda entro cui inserire tutte le realtà devote alla Martire che hanno fatto “dono” di fede a Lucia”.

sebastiano lo monaco

Non è la prima volta con Lucia per l’attore siracusano Sebastiano Lo Monaco: “Accolgo sempre con gioia ed affetto l’invito ad esprimere la mia professionalità, a donare le mie doti, i miei talenti d’attore grazie al pensiero, allo studio delle mie vicende teatrali e talvolta donate a manifestazioni religiose. In altre occasioni abbiamo riempito la Cattedrale con il Verbo, e quest’anno lo rifaremo attraverso un testo poetico straordinari che ripercorrono la vita della Santa in preghiere. Saremo cosi tutti uniti nella preghiera. Credo che sia la più grande emozione della mia carriera di uomo, non solo d’artista, poter pregare davanti al corpo di Santa Lucia giunto a Siracusa, perchè ero io a esprimere la voce, il pensiero di tutta la gente che ama Lucia. In questo caso unirò la mia voce a quella dei giovanissimi del Liceo Gargallo che mi riporteranno indietro di 40 anni, quando anche io ero uno studente gargallino. Insieme daremo voce ai testi scritti da Mons. Carabelli Pappalardo, dello stesso Tommaso Gargallo: ringrazieremo cosi Lucia per essere stata sempre vicina e protettrice nei secoli di questa città”.

“Il mio ricordo legato a Papa Giovanni XXIII – racconta Lo Monaco -quando  mio padre comprò  il televisore (5 mila lire al mese le cambiali) nei primi anni Sessanta. Un giorno mi chiesero quale fosse stato il mio ricordo da bambino: invece dei cartoni animati raccontai della prima immagine in Tv, quella notte, a San Pietro, in bianco e nero: “il discorso alla Luna” di Papa Roncalli: “quando tornate a casa date una carezza ai vostri bambini e dite che questa è la carezza del Papa”.

Ancora una volta Santa Lucia giovane tra i giovani: cresce l’interesse per la Patrona nelle scuole, testimoni di fede saranno, come già detto, gli studenti del “Gargallo”, cosi come le portatrici delle reliquie della Santa, crescono le adesioni e sempre più ragazze vogliono vivere questa straordinaria esperienza di fede. E giovanissimo è anche il nuovo campanellaio: Giuseppe Frasca, 26 anni. (r.t.)

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com