breaking news

Siracusa| Abusivismo, dalla gasbah di molo S. Antonio all’ortofrutticolo

24 Novembre 2018 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Abusivismo, dalla gasbah di molo S. Antonio all’ortofrutticolo
Senza categoria
0

Gruppo Consiliare M5Stelle: “Abusivismo commercio ambulante in città: urge controllo e regolamentazione immediata”

Numerose nel tempo le segnalazioni e lamentele da parte della cittadinanza sulla situazione del commercio ambulante abusivo a Siracusa, sono stati effettuati sopralluoghi sul territorio da parte dei consiglieri del M5S al fine di monitorare la situazione relativa alle denucie segnalate. Purtroppo, sono state riscontrate diverse situazioni di irregolarità in varie parti della città  ed in particolari zone come ad esempio, all’interno del mercato ortofrutticolo. “Lungo le vie cittadine si è evidenziata un’occupazione selvaggia del suolo pubblico per interi tratti stradali che, ovviamente, – dicono i cinquestelle – vengono sottratti alla comunità in termini di parcheggi oltre che essere di intralcio alla circolazione viaria, rappresentando così un serio problema da affrontare nell’immediato”.

I venditori ambulanti non autorizzati, a prescindere dal fatto che siano immigrati irregolari o meno, – continuano i pentastellati – rappresentano un fattore rimarchevole dell’economia sommersa e del commercio illegale. Non meno grave la situazione all’ingresso di Ortigia dove prolifera il “Mercatino abusivo” del Molo S. Antonio che, a differenza della Fiera, non prevede alcun pagamento di tassa sul suolo pubblico. Tutto senza emissione di scontrini fìscali. Inoltre, grave e non più sostenibile è la situazione degli ambulanti abusivi all’esterno delle aree dei mercati di Ortigia, Santa Panagia e dei Mercati del Contadino dove si rilevano bancarelle, presumibilmente, non autorizzate che, però, occupano suolo pubblico a costo zero, mentre all’interno i commercianti, con regolare permesso, sono costretti a pagare le tasse per tale occupazione”.

A questo punto diventa improcastinabile dare ascolto alla voce dei commercianti che svolgono l’attività di “vendita di frutta e verdura” a posto fisso ed ambulanti che denunciano la presenza di diversi “commercianti itineranti” del loro settore che svolgono la professione in modo non conforme alla legge. “E’ opportuno mettere a bando i posti fissi, ormai vacanti da anni, inserire nuove tipologie di merce e dare spazio a chi, fino ad oggi, è stato abusivo consentendogli di regolare la propria posizione. Sarebbe indispensabile garantire una  maggiore pulizia delle aree, prevederne i servizi igienici e soprattutto effettuare più controlli tramite la presenza del corpo dei vigili urbani fissi ad ogni mercato.  Inoltre, per quanto riguarda il problema  saranno avviate, da parte dei consiglieri del M5S, tutte le procedure ed attuati i provvedimenti utili a regolamentare la disciplina del commercio ambulante per favorire coloro vorranno mettersi in regola con la normativa vigente in materia”.

(nella foto Moena Scala, Silvia Russoniello, Chiara Ficara, Roberto Trigilio, Francesco Burgio).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com