breaking news

Siracusa| Alta tensione al Consorzio Agrario: “Basta, mi butto giù!”

23 Novembre 2016 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Alta tensione al Consorzio Agrario: “Basta, mi butto giù!”
Sindacale
'
0

Cattive notizie da Palermo, il caso ex Provincia e Siracusa Risorse pare non trovi soluzione nemmeno a Natale. Irriducibili in torretta minacciano di buttarsi giù, con tanica di benzina in mano e cappio al collo. Intervento dei vigili del fuoco, polizia e carabinieri.

musicafestival_650x50_def

Cronaca annunciata già da tempo. Rinforza la protesta all’ex Consorzio Agrario, quartier generale del malessere di circa 700 precari.  In cima alla torretta, con tanica di benzina in mano e cappio al collo, un dipendente di Siracusa Risorse, la società in house del Libero Consorzio, urla le ragioni del disagio di 700 padri di famiglia da sette mesi senza stipendio, senza cibo da mettere a tavola, senza possibilità di poter far fronte al mutuo, alle bollette, alle spese quotidiane. Qualche metro più in la, altri colleghi si trovano abbarbicati sul tetto dell’ufficio della polizia provinciale. “Salva Libero Consorzio” non ha sortito gli effetti voluti. La commissione a Palermo non ha dato la soluzione sperata. Sarà dunque un Natale al buio per 107 padri di famiglia che non hanno ricevuto lo stipendio di  700 euro. Ormai esasperati, stanchi di passare le notti all’addiaccio, ben 16, dentro i sacchi a pelo, in macchina, per  un’ora di sonno, non di più. Altri confermano la presenza giornaliera. Peggio ancora, c’è chi ha deciso di restare seduto dietro la scrivania in ufficio. 500 dipendenti a rischio per la sola ex Provincia, 104 per Siracusa Risorse, tentano di far arrivare la loro disperazione sino a Palermo. Il solo a lottare strenuamente è il presidente della Commissione Bilancio, il siracusano Enzo Vinciullo, che non se la sente di raccontare bugie e false promesse. “Le notizie non sono positive, purtroppo – conferma il deputato siracusano del NCD -. La seduta è stata aggiornata. La situazione potrebbe avere una risoluzione non prima di febbraio, marzo”. Nell’ex Consorzio Agrario la situazione precipita ora dopo ora. Qualcuno al megafono grida le ragioni delle protesta e che vorrebbe compiere l’insano gesto, buttarsi giù dalla torretta. A vigilare i pompieri col materasso gonfiabile sotto, carabinieri, polizia presidiano l’area da tenere sotto controllo costantemente. Non si può più abbassare la guardia. Fate presto deputati siracusani, fate presto!

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com