breaking news

Siracusa| Alzabandiera al “Radice”, scoppia la polemica

21 Gennaio 2017 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Alzabandiera al “Radice”, scoppia la polemica
Attualità
'
0

Nel cortile principale dell’Istituto Comprensivo “G. Lombardo Radice” sono state istallate tre aste per le bandiere. “L’enfatizzazione dello spirito nazionale e dei nazionalismi potrebbe essere, di questi tempi, un pericoloso messaggio di divisione”.

300x250 Cacciaguerra OnoranzeDa martedì 24, alle ore 8.45 e poi ogni lunedì mattina, si terrà su disposizione del Dirigente Scolastico Sebastiano Rizza, che ha deliberato senza il parere degli Organi Collegiali, la cerimonia dell’alzabandiera al canto dell’ Inno di Mameli, come ogni venerdì alle ore 13.30 si svolgerà l’ammainabandiera al canto dell’Inno Europeo. Tre bambini tra i più meritevoli, scelti dalle Insegnanti nella classe che a rotazione verrà incaricata della cerimonia, ritireranno in Presidenza le bandiere della Sicilia, dell’Italia e dell’Unione Europea e le isseranno sui pennoni, come il venerdì le ammaineranno. Pur riconoscendo la grande importanza ed il valore simbolico delle bandiere, peraltro sempre già esposte all’ingresso della Scuola come prevede la legge, pur considerando di fondamentale importanza l’art.3 della Costituzione – ragione con la quale il Dirigente ha avviato il progetto – sono molte le associazioni che non condividerebbero l’iniziativa “inopportuna”. In una nota le associazioni cittadine stigmatizzano la scelta del preside e affermano:  “Riteniamo che in una scuola inclusiva e democratica, ed ancor più in una scuola come la nostra, che vanta una pluralità di etnie e culture, non sia opportuno sottolineare il senso di appartenenza con una cerimonia di questo tipo, che peraltro è in aperto contrasto con gli articoli 2, 12 e 14 della Convenzione dei Diritti dell’Infanzia. Pensiamo che l’enfatizzazione dello spirito nazionale e dei nazionalismi sia un pericoloso messaggio di divisione. Riteniamo inoltre che la scuola debba fornire pari opportunità e pertanto la scelta di bambini meritevoli appare assolutamente inappropriata”. In conclusione, le associazioni chiediamo ai genitori una riflessione sul tema e li invitano a condividere queste considerazioni ed a chiedere al Dirigente Scolastico di esonerare i propri bambini dal partecipare a queste cerimonie, garantendo la presenza in classe di una insegnante”.  A firmare la nota sono Arci, Arciragazzi, Astrea, Auser, Stonewall, Zuimama, Rete Centri Antiviolenza, La Bacchetta magica e molti cittadini di varie associazioni a titolo personale.

bloggif_57d1761565634

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com