breaking news

Siracusa | Blocco concorsi nelle aziende sanitarie, Vinciullo: «Decisione inspiegabile»

Siracusa | Blocco concorsi nelle aziende sanitarie, Vinciullo: «Decisione inspiegabile»
Sanità
'
0

Allarme per la improvvisa sospensione delle procedure concorsuali di reclutamento del personale. Per l’ex deputato regionale provvedimento «inaccettabile, iniquo e ingiusto».

Il provvedimento. Con una nota l’assessorato regionale della Salute ha ritenuto ieri di dover sospendere con immediatezza le procedure concorsuali di reclutamento del personale nelle aziende sanitarie regionali, fatta eccezione per quelle attinenti alle aree critiche e dell’emergenza/urgenza e delle procedure speciali di stabilizzazione del personale precario tutt’ora in corso, nonché degli scorrimenti di graduatorie concorsuali validi ed efficaci.

La presa di posizione di Vinciullo. «Il provvedimento – afferma l’ex deputato regionale Vincenzo Vinciullo – è inaccettabile, iniquo e ingiusto perché colpisce lavoratori che da anni, alcuni anche da decenni, lavorano alle dipendenze delle aziende sanitarie regionali e che hanno consentito alle stesse di assolvere e raggiungere i livelli essenziali di assistenza e l’offerta assistenziale a tutti i cittadini siciliani. L’approvazione da parte della stessa Commissione dell’Ars della proposta di riordino della rete ospedaliera pubblica e privata non può diventare uno strumento di penalizzazione per i tanti precari del settore sanitario che attendevano fiduciosi il completamento dell’iter per la loro stabilizzazione. Iter previsto dalla legge nazionale e che non può ora, improvvisamente, essere bloccato».

Si ritiri il provvedimento. «Faccio appello all’assessore e al presidente della VI Commissione – conclude Vinciullo – affinché si adoperino, nel rispetto dei rispettivi ruoli, per ritirare questo provvedimento assolutamente iniquo e inconcepibile, che colpisce in maniera insopportabile tutti i lavoratori precari che attendevano da anni di essere stabilizzati e che ora vedono il loro futuro messo a rischio da un provvedimento inspiegabile».

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *