breaking news

Siracusa| Carcere, stato di agitazione e astensione mensa

Siracusa| Carcere, stato di agitazione e astensione mensa
Sindacale
'
0

La Polizia Penitenziaria dell’UGL al fianco di UILPA e SINAPPE in merito alla grave carenza di personale nella casa circondariale. “Ci riserviamo di dare vita a proteste eclatanti qualora la direzione non dovesse ascoltare la categoria”.

La Polizia Penitenziaria dell’UGL esprime piena solidarietà all’iniziativa intraprese da UILPA e SINAPPE relative alle problematiche inerenti alla grave carenza di personale che affligge la Casa Circondariale di Siracusa, conseguenti anche all’apertura del nuovo padiglione. “Nonostante i carichi di lavoro che si stanno generando sui dipendenti e l’esito degli incontri presso il PRAP Sicilia ove non vi sono spiragli a breve termine per l’integrazione del personale necessario  – si legge nella nota sindacale – e viste anche le evidenze dei dati di questa amministrazione, che certificano l’impossibilità di garantire i diritti minimi del personale in seguito agli ultimi episodi che hanno visto vittime di aggressione al personale della struttura di qualunque ordine e grado, abbiamo deciso di dichiarare lo stato di agitazione di tutto il personale della casa circondariale e l’astensione della mensa di servizio”. Una protesta che sfocia in seguito alla grave carenza di personale negli uffici, ove per garantire il servizio si sta ricorrendo a parecchie ore di straordinario, e per la totale assenza di dialogo col direttore della Casa circondariale di Siracusa che starebbe ignorando le organizzazioni sindacali stravolgendo unilateralmente tutta l’organizzazione del lavoro. La categoria si riserva di dare vita anche a proteste eclatanti “vista l’indisponibilità di questa amministrazione ad attivare qualsiasi procedura per poter garantire i diritti minimi al personale dipendente – si legge sempre nella nota – unitamente a carichi di lavoro accettabili ed a misure atte a preservare l’integrità anche fisica del personale sottoposto a continui fattori di rischio. Alla segreteria Nazionale e regionale, si chiede di attivare tutti gli interventi che si rendono necessari per quanto di loro competenza”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com