breaking news

Siracusa | Casertano dopo la revoca: “Non cambio idea sulla Lega, è la Lega che è cambiata in provincia”

Siracusa | Casertano dopo la revoca: “Non cambio idea sulla Lega, è la Lega che è cambiata in provincia”
Politica
'
0

Si conclude con una conferenza stampa in un noto locale di Siracusa, la vicenda della revoca di responsabile agli Enti locali di Massimo Casertano, che nel corso dell’incontro con la stampa ha reso pubbliche le proprie valutazioni.

Provvedimento indicato dal coordinamento provinciale della Lega siracusana, Impelluso e Vinciullo, e avallate dalla segreteria regionale del partito di Matteo Salvini. “Di questa conferenza stampa – ha esordito Massimo Casertano – avrei potuto anche farne a meno. Ma ritengo sia giusto un chiarimento sulla vicenda che mi ha visto coinvolto. Io non sono stato messo alla porta dalla Lega, tanto meno espulso dalla Lega, almeno ancora per oggi mi sento un militante della Lega. Quello che è accaduto in questi giorni è un fatto grave. Oggi mi chiedo e chiedo alla segreteria regionale, quale è la motivazione oggettiva della mia revoca, se non quella forse di avere illustrato agli stessi organi regionali, le mie divergenze “interne” sulla scelta del coordinatore provinciale Vinciullo (col quale non ho mai avuto un incontro, seppure più volte da me richiesto), legate alla nomina del nuovo coordinatore di Augusta che ho ritenuto inopportuna per i suoi trascorsi politici. E visto che non sono mai venuto a conoscenza della nota di revoca da parte dei vertici provinciali, che mi accusano di avere danneggiato l’immagine del partito, posso dire il contrario. In quanto io ho sempre agito e mostrato il mio dissenso sulla scelta fatta ad Augusta, discutendone solo ed esclusivamente all’interno del partito stesso e non sbandierandolo sui giornali come hanno fatto altri”.

Casertano rispedisce al mittente le accuse mosse dai vertici del carroccio siracusano, additando loro le responsabilità di scelte politiche e di militanza, che poco hanno a che fare con la Lega. “Come può conciliare Vinciullo il suo ruolo di responsabile provinciale della Lega con la sua appartenenza trascorsa al Governo Alfano e contro la Lega”. Casertano, ha inoltre parlato nel corso della conferenza stampa, dell’autosospensione degli iscritti a sostegno dello stesso Casertano. “In occasione della visita istituzionale dell’europarlamentare Francesca Donato e dell’Assessore regionale Alberto Samonà, non siamo stati avvisati della loro visita, segno tangibile che per Vinciullo noi non esistevamo, ma che servivamo solo per le elezioni”.

Poi Casertano traccia il percorso attuale della Lega in Sicilia e conclude: “La revoca ormai mi è stata recapitata, – ha concluso – la scelta che il partito ha fatto tra me, che peso poco, e Vinciullo,  che è proiettato verso le regionali, si è preferito lui”. Che futuro politico ci sarà per Casertano: “Da tempo ormai ho meditato di uscire dal partito che opera delle scelte e che è diventato il comitato elettorale di Vinciullo, le cui linee guida sono esclusivamente appannaggio del coordinatore provinciale.  La mia idea politica sulla Lega non è cambiata, è la Lega che è cambiata in Sicilia e soprattutto in provincia di Siracusa”. Al tavolo dei relatori hanno preso parte Gilda Emanuele e Francesco Rosario Sorge, quest’ultimo ha ribadito come la scelta dell’incarico a coordinatore cittadino della Lega ad Augusta fosse una scelta calata dall’alto, all’insaputa da tutti e soprattutto dai militanti del partito che facevano parte del gruppo di Casertano.

GUARDA LA CONFERENZA STAMPA

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com