breaking news

Siracusa| “Catania ha bisogno di 21 porti per farne uno Core!”

4 Febbraio 2017 | by Federico Tringali
Siracusa| “Catania ha bisogno di 21 porti per farne uno Core!”
Politica
0

Granata sullo scippo catanese della Port Authority: “Una decisione del Governo nazionale che ha dei responsabili precisi, a partire dal presidente Crocetta che ha di fatto condannato Augusta a un futuro di “discarica nazionale”.

costa teatro 300x250Si è svolta ieri, presso la sede de “Il Cerchio” – Centro Studi Arti e Scienze”, la presentazione del libro “Sud Est. La Sicilia sotto un altro cielo”, pubblicato da “Algra Editore”, un saggio scritto da Fabio Granata, già deputato regionale e nazionale, nonché vice presidente della Commissione nazionale Antimafia. A moderare l’incontro è stato Corrado Di Pietro, presidente del “Cerchio”, un centro studi impegnato nella promozione culturale sia nel campo artistico che scientifico. “La presentazione del libro ‘SudEst. La Sicilia sotto un altro cielo’ di Fabio Granata – commenta Corrado Di Pietro – è l’occasione per parlare di tutti quei siti iscritti nel patrimonio dei beni dell’umanità, un momento di di riflessione e di dibattito per la valorizzazione e lo sviluppo del nostro territorio.” “Il Sud Est della Sicilia – esordisce Fabio Granata – comprendente la Val di Noto,  racchiude la più alta concentrazione di siti culturali, inclusi nella lista dei beni patrimonio dell’UNESCO, e dei quali i siciliani hanno poca consapevolezza. Viviamo – continua l’ex deputato nazionale – in un tessuto sociale e culturale tra i più ricchi del pianeta e di cui bisssumersi, insieme agli onori, anche gli oneri. La prefazione di Andrea Camilleri arricchisce ancora di più questo libro, anche in virtù del forte legame che lega lo stesso Camilleri a questa terra: infatti, nonostante i suoi romanzi fossero ambientati a Vigata, ossia Porto Empedocle, i produttori della serie televisiva de “Il commissario Montalbano” scelsero questi luoghi perché in grado di riprodurre quell’atmosfera e quei paesaggi raccontanti da Camilleri nei suoi romanzi. Quello del Sud Est – sottolinea Granata – è un patrimonio da conservare e tramandare alle future generazioni, a partire dalle scuole dove presenteremo questo libro. In passato –  afferma Granata -è stato fatto tanto per la valorizzazione di questo patrimonio culturale, anche grazie ai fondi comunitari, con un difficile lavoro di recupero monumentale e paesaggistici. Ma tanto deve essere ancora fatto.” Ai margini di questi incontro c’è stato il tempo per affrontare altre due questioni, prima fra tutte lo “scippo” del Porto di Augusta: “Quella di trasferire la sede dell’Autorità Portuale da Augusta a Catania – incalza Fabio Granata – è una decisione del Governo nazionale che ha dei responsabili precisi, a partire dal presidente Rosario Crocetta, che ha di fatto condannato Augusta a un futuro di “discarica nazionale” dei rifiuti provenienti da Taranto. I rappresentanti parlamentari di questa provincia non sono stati in grado di dar voce a un territorio il cui porto è tra i più grandi del Meditterraneo, 21 volte più grande di quello di Catania. Non manca l’occasione per parlare delle elezioni regionali per il rinnovo dell’ARS: “Non sarò – afferma Granata – alle elezioni regionali del 2017, ma sono promotore delle primarie di tutta quell’area di movimenti e associazioni alternativi a Crocetta e al Partito Democratiico e che sceglieranno il candidato alla presidenza del regione, con l’obiettivo di governare la Sicilia secondo un programma di recupero economico, culturale e ambientale. Per quanto mi riguarda – conclude Fabio Granata – sostengo convinta ente la candidatura di Nello Musumeci e del suo progetto politico #diventeràbellissima”. (Federico Tringali)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com