breaking news

Siracusa| Comunali. Troia: “Il civismo non sia uno slogan!”

Siracusa| Comunali. Troia: “Il civismo non sia uno slogan!”
Politica
'
0

Una battaglia “per qualcosa” non “contro qualcuno”. “Prossima” chiede responsabilità per il bene della città. Valeria Troia: “Se il modello è il civismo, si abbia l’umiltà  di costruire un patto chiaro, che non sia un insieme di slogan”

“Penso che in un momento storico come questo, bisognerebbe assumersi la responsabilità di ripartire dall’ammissione di alcuni errori fatti; le persone non sono stupide e si meritano il nostro rispetto.” Così Valeria Troia, coordinatrice del Movimento civico “Prossima” interviene nel dibattito avviato sui possibili scenari interni al centro sinistra siracusano e manda un messaggio chiaro a tutti i gruppi in campo.

“Penso che lo scenario politico che si sta delineando, – continua – da cittadino quale sono prima di tutto, sia alquanto sconcertante. La sensazione è l’insieme di personalità, tutte qualificate, per carità, ma ferme sulle proprie posizioni, l’uno contro l’altro. Chi tira da un lato, chi da un altro…

Tre settimane fa, – aggiunge Valeria Troia – abbiamo lanciato un messaggio chiaro, che non era l’arroganza di una candidatura, ma la voglia di costruire un progetto, di ascoltare la gente, di comporre un programma da condividere; è questo ciò che abbiamo fatto e stiamo continuando a fare.

Assumiamoci tutti la responsabilità di fare una battaglia “per qualcosa “, non contro qualcuno, – sottolinea la coordinatrice di “Prossima” – e se quel qualcosa è il bene della città, si abbia la capacità di fare tutti un passo indietro.

Se è civismo il modello, si abbia l’umiltà di costruire un patto chiaro, che sia un programma per cui combattere e costruire, e non un insieme di slogan, o di posti da ricoprire. I posti sono secondari a un programma e a chi possa essere più capace di portarli avanti i punti e i bisogni di una città.

Abbiamo declinato una serie di inviti fatti, non è il ticket che ci appassiona, ma un progetto da costruire insieme. Ricominciamo dall’essere prima di tutto cittadini – conclude Valeria Troia – Se è provare a costruire una città migliore l’obiettivo, qualcosa da lasciare alle future generazioni, assumiamoci le responsabilità di un progetto coerente, coraggioso e chiaro. Uscite dagli schemi e discutiamo di questo sotto la luce del sole. Siamo ancora in tempo, ma il tempo è Adesso. Insomma, Camaffari?”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com